Hayez

Gli sponsali di Giulietta e Romeo procurati da fra Lorenzo, 1823 olio su tela, cm 179 x 227 Il bacio. Episodio della giovinezza. Costumi del secolo XIV, 1859 olio su tela, cm 112 x 88 Gli ultimi momenti del doge Marin Faliero sulla scala detta del piombo, 1867 olio su tela, cm 238 x 192 Il bacio, 1867 olio su tela, cm 116,8 x 80 Il bacio, 1861 olio su tela, cm 127 x 95 Ritratto della contessina Antonietta Negroni Prati Morosini, 1858 olio su tela, cm 133,5 x 110 Il martirio di San Bartolomeo, 1856 olio su tela, cm 452 x 233 Ritratto della cantante Matilde Juva Branca, 1851 olio su tela, cm 121 x 95 Alberico da Romano, fratello di Ezzelino, si dà prigioniero con la sua famiglia al Marchese d'Este capo dell'armata crociata per distruggere gli Ezzelini tutti, 1845-1850 olio su tela, cm 250 x 360 Accusa segreta, 1847-1848 olio su tela, cm 153 x 120 La sposa di Ruggier Mastrangelo da Palermo insultata dal francese Droetto e vendicata con la morte di questo (I Vespri siciliani), 1844-1846 olio su tela, cm 225 x 308 Giacobbe, incontratosi con Esaù, e inchinandosi a lui sette volte, gli mostra il gregge e i cammelli che gli aveva mandato in dono e gli presenta nello stesso tempo la propria moglie ed i propri figli, 1844 olio su tela, cm 208 x 300 Ritratto di Alessandro Manzoni, 1841 olio su tela, cm 120 x 92,5 L'ultimo abboccamento di Jacopo Foscari con la propria famiglia (I due Foscari), 1838-1840 olio su tela, cm 165 x 233 Betsabea al bagno, 1834 olio su tela, cm 180 x 140 La Maddalena penitente, 1833 olio su tavola, cm 118 x 151 Gli abitanti di Parga che abbandonano la loro patria (I profughi di Parga), 1826-1831 olio su tela, cm 201 x 290 Venere che scherza con due colombe (Ritratto della ballerina Carlotta Chabert), 1830 olio su tela, cm 183 x 137 Maria Stuarda nel momento che sale al patibolo, 1827 olio su tela, cm 211 x 290 Santa Maria Maddalena penitente nel deserto, 1825 olio su tela, cm 131,5 x 112,6 olio su tela, cm 179 x 227 L'ultimo bacio dato a Giulietta da Romeo, che obbligato a fuggire sta per iscendere dalla finestra; il fondo rappresenta l'alba nascente; la fante trasporta altrove la lucerna; l'architettura ricorda i tempi in cui vissero questi sventurati sposi, 1823 olio su tela, cm 291 x 201,8 Pietro Rossi, signore di Parma, spogliato dei suoi domini dagli Scaligeri, signori di Verona, mentre è invitato nel castello di Pontremoli, di cui stava a difensore, ad assumere il comando dell'esercito veneto, il quale doveva muoversi contro i di lui propri nemici, viene scongiurato con lagrime dalla moglie e da due figlie a non accettare l'impresa, 1818-1820 olio su tela, cm 131 x 157,5 Teti riceve da Vulcano le armi di Achille. Danzatrici, Vittorie e Putti, 1817-1818 affresco staccato, cm 393 x 137 Laocoonte, figlio di Priamo e sacerdote di Apollo, vittima, coi figli, della vendetta di Minerva, per cui partirono due grossi serpenti da Tenedo per avvinghiarli a morte nelle loro spire, 1812 olio su tela, cm 175 x 246

La più completa e aggiornata esposizione monografica su Francesco Hayez. Inaugura domani presso le Gallerie d’Italia – Piazza Scala, sede museale della Banca Intesa Sanpaolo a Milano, “Hayez”, una grande mostra sul maggiore interprete in pittura del Romanticismo, curata da Fernando Mazzocca, con il coordinamento generale di Gianfranco Brunelli, e realizzata in collaborazione con le prestigiose istituzioni milanesi e veneziane intimamente legate alla storia del grande artista: l’Accademia di Belle Arti di Brera, la Pinacoteca di Brera a Milano e le Gallerie dell’Accademia di Venezia. Dal 7 novembre al 21 febbraio 2016, saranno visibili al pubblico per la prima volta insieme le tre versioni del «Bacio» di Francesco Hayez.

(LEGGI L’ARTICOLO DELLA MOSTRA)

Hayez ultima modifica: 2015-11-06T11:37:50+00:00 da Salvatore Galeone
© Riproduzione Riservata