Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » I ponti di Madison County, un amore oltre la finzione
film da vedere

I ponti di Madison County, un amore oltre la finzione

I ponti di Madison County è un film romantico del 1995 diretto ed interpretato da Clint Eastwood con Meryl Streep, molto complici durante le riprese

I ponti di Madison County (The Bridges of Madison County) è un film romantico del 1995 diretto ed interpretato da Clint Eastwood con Meryl Streep, tratto dall’omonimo romanzo di Robert James Waller. Il film racconta una delle storie più romantiche ed intense della storia del cinema. Non a caso la pellicola incassò più di 185 milioni di dollari e fu apprezzata anche dagli esperti del settore che in più di un’occasione la definirono come “una delle migliori regie dell’attore californiano“. Intensità e romanticismo ricreati alla perfezione dai due attori protagonisti.

I ponti di Madison County, la trama

Nel caldo torrido dello Iowa dell’estate del 1965, Robert Kincaid, fotografo di mezza età del National Geographic, giunge a una vecchia fattoria in mezzo ai campi per chiedere indicazioni sui ponti di Madison County, che egli dovrà fotografare. Conosce così Francesca Johnson, donna di casa e madre di due figli, una quarantenne italiana un po’ dimessa e rassegnata. Complice l’assenza del marito e dei figli, partiti per una fiera del bestiame, i due fanno amicizia e in breve il loro incontro si trasforma in un’autentica e profonda passione. Ma la loro intensa storia d’amore con il ritorno della famiglia giunge a un bivio: seguire le ragioni del cuore o restare ancorati alle proprie responsabilità e agli affetti ormai consolidati.

Il presunto amore con Meryl Streep

Abbandonata da tempo la 44 magnum, Clint Eastwood nel film “I ponti di Madison County” dà una prova superlativa nel doppio ruolo di regista-attore, una performance attoriale ricca di sensibilità, eleganza e stile nel trasporre sullo schermo l’omonimo romanzo di Robert James Walker. L’attore nel film ha duettato romanticamente con Meryl Streep e probabilmente lo ha fatto anche fuori dal set. Galeotto fu il ciak: infatti sembra che i due attori avrebbero vissuto un’intensa storia d’amore nel corso del periodo dedicato alle riprese.

Proprio come Francesca Johnson e Robert Kincaid, innamoratisi perdutamente in soli quattro giorni ma lontani dal viversi pienamente il loro sentimento, così i due attori lavorando costantemente l’uno accanto all’altra in quei 42 giorni, pare abbiano ceduto all’imprevedibilità dell’amore, ma entrambi non hanno portato avanti quella storia una volta conclusosi il film. Nessuno dei due, nonostante l’indiscrezione fosse stata diramata quasi subito, ha mai confermato la nascita di questo amore, anche se qualche tempo dopo le riprese il regista lasciò la sua compagna Frances Fisher.

© Riproduzione Riservata