Arriva il mese di giugno, ecco le mostre da vedere

Il mese di giugno offre un ricchissimo candelario di mostre, tradizionali e immersive, tutte da scoprire; ecco allora qualche consiglio
Arriva il mese di giugno, ecco le mostre da vedere

MILANO – Se volete dedicarvi un po’ di più alla cultura, ecco che il mese di giugno propone tantissime mostre da vedere in tutta Italia, lasciandovi immergere appieno nella bellezza dell’arte e delle opere dei vostri artisti preferiti. Ecco quini che vi consigliamo alcune rassegne che sono assolutamente da vedere. Pronti?

Antonello da Messina. Dentro la pittura

Scopri più informazioni, clicca qui

La mostra, a Palazzo Reale (Milano) dal 21 febbraio al 2 giugno, si propone di analizzare vita e ricerca dell’artista siciliano. Sono esposte 19 opere del grande Maestro, su 35 che ne conta la sua autografia: a cominciare dall’Annunciata (1475 circa), autentica icona, sintesi dell’arte di Antonello, con lo sguardo e il gesto della Vergine rivolti alla presenza misteriosa che si è manifestata, uno dei più alti capolavori del Quattrocento italiano in grado di sollecitare in ogni spettatore emozioni e sentimenti.

Boldini e la moda

Scopri più informazioni, clicca qui

Affermatosi nella Parigi tra Ottocento e Novecento, baricentro di ogni tendenza dell’eleganza e della modernità, Boldini ha dato vita ad una formula ritrattistica chic e “alla moda” con la quale ha immortalato i protagonisti e le celebrities di un’epoca mitica, da Robert de Montesquiou a Cléo de Mérode, da Lina Cavalieri alla marchesa Casati. Le opere di Boldini dono quindi visibili dal 16 febbraio al 2 giugno presso Palazzo dei Diamanti (Ferrara).

Canaletto & Venezia

Scopri più informazioni, clicca qui

Il Settecento veneziano con le sue luci e ombre si snoda lungo le sale di Palazzo Ducale (Venezia), dal 23 febbraio al 9 giugno, nel racconto di un secolo straordinario e del suo protagonista: Giovanni Antonio Canal, il Canaletto. Una stagione artistica di grande complessità e valore, di eccellenze nel campo della pittura, della scultura, delle arti decorative. Fin dal suo inizio il 700 si mostra come un secolo di enorme vitalità e grandi cambiamenti, nel linguaggio dell’arte, nella storia delle idee e delle tecniche, nella vita sociale.

Ottocento. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini

Scopri più informazioni, clicca qui

Dal 09 febbraio al 16 giugno Forlì, presso i Musei San Domenico, si terrà la mostra“Ottocento. L’arte dell’Italia tra Hayez e Segantini” che condurrà lo spettatore in un viaggio a ritroso nel tempo nel periodo tra l’Unità d’Italia e la Grande Guerra, tra lo stile unico di Hayez e quello inconfondibile di Segantini.

Jean-Auguste-Dominique Ingres. La vita artistica al tempo dei Bonaparte

Scopri più informazioni, clicca qui

Al Palazzo Reale di Milano dal 12 marzo al 23 giugno arriva la rasserena Jean Auguste Dominique Ingres e la vita artistica al tempo di Napoleone, una mostra dove si potrà ripercorrere la storia dell’Europa, dalla Francia all’Italia, da Milano a Parigi. La grande esposizione monografica studierà la produzione artistica di Ingres nel contesto dell’Europa tra il 1780 e il 1820.

David Bowie in Heroes, le fotografie di Sukita in mostra a Firenze

David Bowie in Heroes, le fotografie di Sukita in mostra a Firenze
© Photo by Sukita 2019

Scopri più informazioni, clicca qui

Firenze è la meta della grande rassegna fotografica “Heroes – Bowie by Sukita” interamente dedicata a David Bowie. La mostra, visibile dal 30 marzo al 28 giugno 2019, è un percorso all’interno di quelle fotografie che hanno contribuito a costruire l’immagine della pop-rock star giunta fino a noi oggi. Ma queste fotografie vanno ben oltre agli scatti che noi tutti abbiamo sempre visto: bensì, le foto esposte, raccontano dell’amicizia di Bowie con il fotografo Masayoshi Sukita, che ha fatto del mezzo fotografico uno strumento artistico contemporaneo.

Chagall. Sogno d’Amore

Scopri più informazioni, clicca qui

La mostra, presso Basilica di Santa Maria Maggiore alla Pietrasanta (Napoli) dal 15 febbraio al 30 giugno, onora la memoria di Marc Chagall e vede esposte oltre 150 opere in un percorso diviso in 4 sezioni che raccontano la vita del pittore attraverso opere in cui vengono raffigurati ricordi d’infanzia, fiabe, poesie, religione e guerra e i cui paesaggi sono popolati da personaggi, reali o immaginari.

Leonardo e Warhol, The genius experience

Scopri più informazioni, clicca qui

Il percorso espositivo, presso la Cripta di San Sepolcro (Milano) dal 1 marzo al 30 giugno, prende avvio dalla sala Sottofedericiana della Pinacoteca Ambrosiana e si apre con un’installazione multimediale che, attraverso immagini di grande suggestione, guiderà il visitatore nella Milano vissuta, disegnata e immaginata da Leonardo per condurlo poi alla visione di “The Last Supper” di Andy Warhol.

Canova e l’antico

Scopri più informazioni, clicca qui

Le sculture di Antonio Canova arrivano al Museo Archeologico Nazionale di Napoli (MANN) per una grande mostra dal titolo Canova e l’antico che mette in luce il rapporto intenso e fecondo tra l’artista settecentesco e l’arte classica. Dal 28 marzo al 30 giugno più di 100 opere del “novello Fidia” provenienti da tutto il mondo saranno visitabili dal pubblico e messe a confronto con sculture classiche greche e latine appartenenti alla collezione del MANN.

Verrocchio, il maestro di Leonardo

Scopri più informazioni, clicca qui

Presso la sede di Palazzo Strozzi a Firenze dal 9 marzo al 14 luglio 2019 si terrà la grande mostra che celebra e racconta al pubblico il grande Andrea del Verrocchio, artista simbolo del rinascimento nonché maestro di Leonardo da Vinci.

CLAUDE MONET – The Immersvie Experience

Scopri più informazioni, clicca qui

Vi siete mai chiesti quanto possa essere emozionante poter “entrare” in quadro e vivere l’atmosfera che vi è rappresentata? Specialmente di un quadro grande e con la natura rigogliosa come, ad esempio, le Ninfee di Monet. Magari qualcuno di voi è già stato a visitare il bellissimo giardino Giverny da cui è tratta l’opera ma quasi sicuramente, grazie alla maestria del pittore, questo parco evoca sentimenti e sensazioni differenti una volta “impresso” sulla tela. Quindi perché non provare ad “entrare” direttamente nel quadro? Ora potrete lasciarvi coinvolgere totalmente dall’arte dell’impressionista per eccellenza ed entrare nelle sue opere con la mostra multimediale CLAUDE MONET – The Immersvie Experience (11 maggio – 8 settembre 2019) presso la Palazzina di Caccia di Stupinigi a Citroniera di Ponente.

Milano, la mostra in 3D di Leonardo Da Vinci

Scopri più informazioni, clicca qui

Leonardo da Vinci al suo tempo animò con spettacolari opere e invenzioni la città di Milano, che dal 30 maggio al 22 settembre gli rende onore con la grandiosa mostra immersiva e multimediale “Leonardo da Vinci 3D”, presso la suggestiva sede della Cattedrale della Fabbrica del Vapore, che fra realtà aumentata e ologrammi abbatte i tradizionali confini delle esposizioni immergendo i visitatori con luci, immagini, suoni e colori in uno scenario suggestivo che racconta tutta la vita e le opere del grande genio vinciano.

Toulouse-Lautrec. La Ville Lumière

Scopri più informazioni, clicca qui

Henri de Toulouse-Lautrec: è lui il protagonista della nuova grande rassegna intitolata Toulouse-Lautrec. La Ville Lumière che si terrà dal 10 aprile al 29 settembre 2019 alla Villa Reale di Monza.

Caravaggio Experience

Scopri più informazioni, clicca qui

Avreste mai pensato di poter vivere un esperienza sensoriale a 360°dentro l’arte di Caravaggio? Da oggi potrete farlo, perché fino al 20 ottobre 2019, il Castello di Desenzano ospita Caravaggio Experience, una mostra multimediale ed interattiva dentro l’arte di Michelangelo Merisi. Vista, suono e olfatto saranno totalmente coinvolti in questo viaggio immersivo che regala un’esperienza unica tra la luce e le ombre di uno dei pittori più in intriganti di sempre.

Art Nouveau. Il trionfo della bellezza

Scopri più informazioni, clicca qui

Torino è descritta da molti come una “piccola Parigi”. E come dargli torto. Difatti Torino incarna quella signorilità e quell’eleganza Barocca unite a quell’unicità delle forme del Liberty, stile simbolo del periodo dell’industrializzazione e della riscoperta delle forme della natura, applicate, ovviamente, ad oggetti di uso quotidiano derivanti dalle grandi e prolifiche industrie. Con il Liberty nasce quindi un nuovo concetto di design, se non addirittura e per certi versi, il design stesso. Torino quindi non poteva che essere sede della nuova rassegna intitolata “Art Nouveau. Il trionfo della bellezza”, visibile presso la splendida cornice della Reggia di Venaria dal 17 aprile al 26 gennaio 2020.

© Riproduzione Riservata