Sei qui: Home » Società » I personaggi della cultura che ci hanno lasciato nel 2020
chi ci ha lasciato

I personaggi della cultura che ci hanno lasciato nel 2020

Il 2020 è stato un annus horribilis per diversi motivi. Purtroppo, verrà ricordato anche per i diversi personaggi della cultura italiana e internazionale morti durante questi tristi mesi. Ricordiamoli ancora una volta.

Il 2020 è stato un annus horribilis per diversi motivi. Purtroppo, verrà ricordato anche per i diversi personaggi della cultura italiana e internazionale morti durante questi tristi mesi. Ricordiamoli ancora una volta.

Eduard Limonov

Il 22 marzo è morto all’età di 77 anni in una clinica di Mosca lo scrittore e militante russo Eduard Limonov. Autore di oltre 70 libri, Eduard Limonov  era diventato noto al pubblico occidentale soprattutto grazie alla biografia Limonov di Emmanuel Carrère. 

Luis Sepulveda

Il 16 aprile lo scrittore cileno Luis Sepúlveda all’età di 70 anni ci ha lasciati. La sua lotta contro il Coronavirus è stata lunga ed estenuante, segnata da alti e bassi, da momenti di speranza e delusione. Scrittore, giornalista e sceneggiatore, nonché attivista politicoLuis Sepùlveda è lo scrittore cileno più conosciuto al mondo. 

Ezio Bosso

Il 15 maggio Ezio Bosso è morto all’età di 48 anni. E’ stato un direttore d’orchestra, compositore e pianista. Nato a Torino il 13 settembre 1971, Bosso nel 2011 fu operato per un tumore al cervello. Subito dopo gli fu diagnosticata una malattia neurodegenerativa.

Carlos Ruiz Zafón

Il 9 luglio è morto a Los Angeles Carlos Ruiz Zafón. Lo scrittore aveva 55 anni. Il romanziere di Barcellona è morto nella sua casa a causa del cancro del colon. Era stato consacrato a livello internazionale con “L’Ombra del vento“, pubblicato nel 2001, che con oltre quindici milioni di copie vendute è considerato il romanzo spagnolo più diffuso dopo Don Chisciotte.

Christo

Tra i personaggi della cultura che ci hanno lasciato nel 2020 ricordiamo l’artista Christo Vladimirov Javacheff, noto come Christo. L’artista si è spento domenica 31 maggio per cause naturali nella sua casa di New York City. Nel 2016 aveva realizzato l’opera The Floating Piers nelle acque del Lago d’Iseo.

Ennio Morricone

E’ morto nella notte del 6 luglio in una clinica romana per le conseguenze di una caduta Ennio Morricone. Il grande musicista e compositore, autore delle colonne sonore più memorabili del cinema italiano e mondiale aveva 91 anni.

Franca Valeri

Si è spenta il 9 agosto nella sua casa di Roma, circondata dall’affetto della famiglia, l’attrice di teatro Franca Valeri. L’attrice, nata a Milano nel 1920, aveva appena compiuto il 31 luglio il centenario dalla nascita.

Philippe Daverio

È morto il 2 settembre all’età di 71 anni lo storico e critico d’arte Philippe Daverio. Nato a Mulhouse, in Alsazia, il 17 ottobre 1949 da padre italiano, Napoleone Daverio, costruttore, e da madre alsaziana. Celebre storico dell’arte, docente, saggista, politico e personaggio televisivo, Daverio era famoso anche come gallerista ed editore, allestendo mostre e pubblicando diversi libri e cataloghi d’arte. 

Gigi Proietti

Gigi Proietti è morto il 2 novembre per gravi problemi cardiaci, dopo essere stato ricoverato in terapia intensiva in una clinica romana per accertamenti. Attore, comico, cabarettista, doppiatore, conduttore televisivo, regista, cantante, direttore artistico e insegnante italiano. Proietti fa parte di quella cerchia di artisti di formazione teatrale, campo nel quale ha ottenuto notevole successo sin dagli inizi degli anni sessanta. 

 

© Riproduzione Riservata