LIBRI - Leggere per crescere

Biblioterapia, ecco perché leggere aiuta a vivere meglio

Leggere ci può rendere più felici? E’ questa la domanda che si è posta le redazione del famoso magazine americano New Yorker. La risposta è positiva, ma è solo una delle tante possibili...

Alla scoperta di una specifica tecnica terapeutica utile per i processi di crescita psicologica e culturale del singolo e dei gruppi

 

MILANO – Leggere ci può rendere più felici? E’ questa la domanda che si è posta le redazione del famoso magazine americano New Yorker. La risposta è positiva, ma è solo una delle tante possibili. Leggere ci arricchisce, ci consente di conoscere e di sognare, tutto questo in poche centinaia di pagine. Inoltre, per molti la lettura apre addirittura altre strade. Da tutte queste considerazioni nasce la Biblioterapia.

 
BIBLIOTERAPIA – Lettura come medicina. E’ questo il principio base di una specifica tecnica terapeutica denominata Biblioterapia nata nei primi anni del 1900 in America. “Devo ammettere che all’inizio non mi piaceva molto l’idea che fossero prescritti dei libri alle persone – dice Ceridwen Dovey, famosa antropologa contemporanea – ma essendomi sottoposta al trattamento mi sono ricreduta”. La Biblioterapia può essere diretta a tutti: bambini, adolescenti, adulti e anziani e le sue applicazioni in diversi contesti possono essere molto interessanti.

 
GLI OBIETTIVI – Secondo i biblioterapisti, i libri possono curare ansia, depressione, solitudine non dandoci solamente una via di fuga dalla vita di tutti i giorni, ma allargando i nostri punti di vista. Un buon libro è strumento di conoscenza, crescita cognitiva, psicologica e sociale nel percorso di tutta la vita. La terapia attraverso la lettura fa parte degli compiti a casa che molti clinici prescrivono ai loro pazienti e si prefissa gli obiettivi di migliorare le capacità di adattamento, di problem solving, l’autoefficacia e l’autostima dell’individuo.

 
E LA VOSTRA BIBLIOTERAPIA? – Arrivata in Italia all’inizio degli anni 2000, nel nostro Paese non è una pratica ancora molto conosciuta. Ma sarà capitato a tutti voi di leggere per non pensare ai vostri problemi, per uscire da una situazione difficile o semplicemente immedesimarvi in un personaggio figurato che magari condivide le vostre stesse gioie o paure. Quali sono i libri che vi hanno aiutato, quelli che portereste sempre con voi sapendo che ogni pagina potrebbe esservi di conforto?

 

25 giugno 2015

 

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti