EcoTeatro a Milano, il teatro sostenibile a difesa dell’ambiente

L'EcoTeatro di via Fezzan a Milano, teatro sostenibile e a difesa dell'ambiente, apre ad ottobre la sua EcoRassegna; ecco gli spettacoli

MILANO – La sostenibilità ambientale è ormai un argomento quotidiano che accompagna costantemente le nostre vite. Telegiornali, riviste, libri, film e persino canzoni, non fanno altro che mettere al centro della nostra questa importante tematica. Addirittura il mondo del teatro ha scelto di fare un’inversione di rotta, un cambio radicale sposando la causa ambientale: stiamo parlando dell’EcoTeatro di via Fezzan a Milano, il primo palcoscenico milanese ad aver adottato un modello gestionale sostenibile e ad aver posto il tema ambientale al centro della propria attività artistica.

LEGGI ANCHE: Oggi è la Giornata Mondiale dell’Ambiente, ecco perché si festeggia

L’EcoTeatro, l’arte per l’ambiente

La causa ambientale ci tocca ogni giorno sempre più da vicino. Ormai sentiamo costantemente parlare del sistema naturale del nostro pianeta che è sempre più in declino: i ghiacci si sciolgono, piove quando non dovrebbe piovere, fa troppo caldo nella stagione sbagliata, nevica dove non dovrebbe nevicare, le specie animali scompaiono e piano piano la Terra si modifica nel modo sbagliato. Tutto sta andando al contrario e pochi prendono la cosa seriamente. Ma c’è chi questa causa la sposa eccome, tanto da unirla ad un mestiere che generalmente non si pensa potrebbe essere parte di un progetto per sostenere l’ambiente: stiamo parlando dell’EcoTeatro di via Fezzan a Milano.

LEGGI ANCHE: Lady Be, l’artista Pop art che realizza quadri con oggetti riciclati

Ma cos’è l’EcoTeatro? L’EcoTeatro è il primo palcoscenico milanese ad aver adottato un modello gestionale sostenibile e ad aver posto il tema ambientale al centro della propria attività artistica; un luogo la plastica usa e getta finalmente è stata totalmente eliminata, dove la fornitura elettrica proveniente da fonti rinnovabili e dove si partecipa a un più ampio progetto di piantumazione di nuovi alberi per compensare le emissioni di CO2.

LEGGI ANCHE: Giornata mondiale degli oceani, il problema è la nostra mentalità usa e getta

La EcoRassegna

Questo teatro green, sotto la guida di Marco Daverio e la direzione artistica di Walter Palamenga, annuncia così la prima EcoRassegna, un ricco cartellone di spettacoli per la stagione 2019 – 2020, animato dalla presenza di grandi artisti, tra cui Marisa Laurito, Loredana Cannat, Gianfranco D’Angelo, Sabrina Impacciatore e Sandra Milo, che hanno scelto di abbracciare la causa green di EcoTeatro, mettendo il loro talento e la loro professionalità al servizio di un più ampio progetto di sostenibilità ambientale, destinando parte degli incassi all’adozione di alcuni alberi del Parco Nord di Milano, con lo scopo di sensibilizzare gli spettatori/utilizzatori affinché assumano comportamenti responsabili nei confronti dell’ambiente.

LEGGI ANCHE: Le 5 opere teatrali d’amore più belle

L’arte teatrale in questa EcoRassegna prosegue da sé: in un ambiente eco-sostenibile si trovano spettacoli che anche se non parlano di ambiente seguono comunque la filosofia del teatro, mettendo insieme un squadra di attori che nella loro vita privata, come sul palco scenico, sposano la causa a difesa dell’ambiente. Una di queste celebrità italiane che fa della sostenibilità una scelta di vita e di lavoro, è Marisa Laurito che, accompagnata dal musicista Charles Cannon, aprirà il 19 ottobre 2019, con lo stravagante concerto Nuie’ Simm’e’ d’o’ Sud, il ciclo della EcoRassegna che fino al 10 maggio 2020 vedrà protagonisti altri 8 spettacoli:

LEGGI ANCHE: E se Shakespeare fosse stato una donna?

Titolo: Nuie’ Simm’e’ d’o’ Sud
Con: Marisa Laurito e Charles Cannon
Quando: 19 – 20 ottobre 2019
Trama: Un concerto – esuberante, vitale e colto come il Sud – che travolge gli spettatori in un viaggio nella musica per raccontare l’umore e la passione della gente del Sud attraverso il tema dell’amore e non solo.

Titolo: Marilyn – Her words
Di e con: Loredana Cannata
Quando: 30 novembre – 1 dicembre 2019
Trama: “Marilyn-Herwords” racconta una delle ultime sere dell’attrice, nell’estate del 1962, in cui alle sofferenze di una vita si aggiunsero il tormentato rapporto con il senatore Robert Kennedy e il licenziamento dal suo ultimo e incompiuto film “Something’s got to give”. In camera da letto, sola col suo telefono, i barbiturici e lo champagne, Marilyn riflette su sé stessa, sulla sua vita, si racconta, si arrabbia, ride, piange, e lo fa rivolgendosi al suo psichiatra, il Dr. Greenson, per il quale si registra, come realmente faceva quando lui era fuori città. Il testo è stato scritto usando solo ciò che Marilyn disse e scrisse di sé stessa: interviste, lettere, poesie e stralci della sua incompiuta autobiografia, parole che rivelano la sua anima fragile e sensibile e aneddoti poco conosciuti della sua vita

Titolo: Eravamo tre amici al bar
Di: Mario Scaletta
Con: Gianfranco d’Angelo, Sergio Vastano, Tonino Scala
Quando: 31 dicembre 2019 – 1 gennaio 2020
Trama: Il bar, da sempre luogo d’incontro e crocevia di storie di vita, tre amici e un quarto di vino che non arriva. Arriverà mai? Nell’attesa, le classiche chiacchiere: la politica, le donne, la formazione ideale della squadra del cuore. Una carrellata sui vizi e le virtù degli Italiani visti con occhio ironico, disincantato ma anche indulgente.

LEGGI ANCHE: Michele Gentile, il libraio che regala libri in cambio di bottiglie di plastica

Titolo: Passione d’attore
Con: Sabrina Impacciatore e Brando Bertrand
Quando: 18 – 19 gennaio 2020
Trama: Una serata con Sabrina Impacciatore nella quale l’attrice si racconta e racconta con la verve che la distingue un modo di essere, una scelta di vita in cui dolore e allegria si uniscono in un tutto armonico che è la vita stessa. Al piano, Brando Bertrand fonderà la musica con le parole regalando allo spettatore piacevolissime emozioni.

Titolo: “Caro Federico”. Fellini, il genio e la musica.
Di: Luca Arcangeli, Sandra Milo e Walter Palamenga
Con: Sandra Milo, Luca Arcangeli, Walter Palamenga, Yurij Pezzini, Stefania Caracciolo, Flavia Corsi, Daniele Arceri
Quando: 1 e 2 febbraio
Trama: Nel centenario della nascita di Federico Fellini, Sandra Milo rende omaggio al Maestro. In forma di evocazione, riporta alla memoria il mondo e le atmosfere del grande regista, regalandoci ricordi vissuti in prima persona durante il loro lungo periodo di amicizia e collaborazione artistica, e rivelandoci particolari inediti direttamente dai set dei film “Giulietta degli Spiriti”, “8 e 1/2” e dai provini per “Amarcord”. Il racconto si svolge tra vita privata e vita pubblica attraverso i ricordi, le immagini e lastruggente presenza di chi non c’è più eppure non può, e non vuole (proprio come noi) lasciare i luoghi che ispirarono il cuore e la fantasia. Le inconfondibili melodie di Nino Rota faranno da colonna sonora allo spettacolo, insieme a danzatori, acrobati,attori e cantanti per un caleidoscopio di emozioni e atmosfere.

Titolo: Ricette d’amore
Con: Patrizia Pellegrino, Ascanio Pacelli e Matilde Brandi
Quando: 15 – 16 febbraio 2020
Trama: “Ricette d’amore” è uno spaccato sul mondo femminile, vero, schietto, spregiudicato ed esilarante. Quattro donne, molto diverse tra loro, si riuniscono per mettere alla prova quanto appreso durante il loro corso di cucina, ma l’arrivo di un bellissimo uomo trasforma la serata e le loro vite in una girandola di equivoci e provocazioni. La cucina può essere un’arma di seduzione, ma anche un meraviglioso strumento di vendetta.

LEGGI ANCHE: Eduardo De Filippo, le frasi e gli aforismi celebri

Titolo: Ostriche e caffè americano
Con: Sandra Milo, Luca Arcangeli, Walter Palamenga e i Karma B
Quando: 7 – 8 marzo 2020
Trama: George (Sandra Milo) è un travestito proprietario di un famoso locale in cui si esibisce con un gruppo di “ragazze” (George e le fantastiche Cinque) in spettacoli en travesti, capaci di mandare in delirio il pubblico che accorre sempre numeroso. George ha attraversato una vita non facilissima, subendo anche l’ingiuria di un’epoca in cui la sua diversità non poteva essere capita o apprezzata. Ma quando ormai tutto sembra incanalato verso la routine la vita con le sue sorprese riuscirà a mettere in discussione la sua anima.

Titolo: Edoardo II
Con: Brando Bertrand
Quando: 17 – 18 aprile 2020
Trama: La storia di re Edoardo II d’Inghilterra riprende vita in un nuovo allestimento in cui la musica narra le vicende del sovrano inglese che per amore affronterà la perdita del regno e della sua stessa vita. Attori, cantanti e danzatori, in un’atmosfera musicale dove il rock progressive si mescola e si fonde con l’opera lirica, danno vita alla tragedia di Edoardo, assistendo e raccontando il declino e la perdita della possibilità di grandezza del sovrano.

Titolo: Minnazza – Mitie pagine di Sicilia
Di: Fabio Grossi
Con: Leo Gullotta
Quando: 9 – 10 maggio 2020
Trama: Uno spettacolo per voce solista su prose e liriche siciliane, antiche e moderne. Prendendo spunto dall’immagine della Madre Terra, “Minnazza” è un racconto sonoro che si snoda dalle origini della letteratura dell’Isola dei Ciclopi, fino ai nostri giorni. Un viaggio tra i Miti e il quotidiano, tra il sorriso e la denuncia civile. Voce solista sarà quella di Leo Gullotta che, frequentando la lingua di contemporanei illustri, ci guiderà attraverso le pagine dei capolavori letterari e le righe dei loro componimenti poetici, con l’accompagnamento musicale del maestro Germano Mazzocchetti e i video realizzati da Mimmo Verdesca.

LEGGI ANCHE: Il mare arriva a Milano, l’iniziativa per la salvaguardia degli oceani

© Riproduzione Riservata