Sei qui: Home » Libri » Perché dobbiamo scegliere ogni mattina ciò che ci rende felici
l'insegnamento

Perché dobbiamo scegliere ogni mattina ciò che ci rende felici

Quest'anno abbiamo imparato anche ad apprezzare le minime cose che realmente ci rendono felici. Ecco come scegliere ogni giorno la felicità

Concentrarsi sulle energie positive che noi stessi sappiamo darci, che gli altri sanno ampliare: un insegnamento che il coronavirus ci ha dato. Qualsiasi sia la nostra età, ciò che davvero non dovremmo fare mai, è portare avanti rapporti o modi di fare che ci rendono infelici. Perché abbiamo capito la brevità della nostra vita apportata ad un tempo che va troppo veloce e che, spesso, si perde. Capiamo quale è la nostra strada e scegliamo di essere felici.

Andare per il verso giusto

“Il mondo intero si fa da parte quando vede passare un uomo che sa dove andare”
Scriveva così Antoine de Saint-Exupery nel suo piccolo capolavoro “Il piccolo principe”. Uno di quei libri che ci ha insegnato, fin da piccoli, a seguire la nostra strada per saper coltivare la nostra felicità. Un piccolo libro che, più che altro, ci ha insegnato ad individuare il verso giusto dei nostri sentimenti. Quel verso che ci rende consapevoli di ciò che siamo. E questa pandemia ci ha messo di fronte a noi stessi, al nostro specchio interiore, e ci ha fatto rendere conto di quanto importante sia la consapevolezza. Una consapevolezza che dovrebbe essere da guida nello scegliere ciò che ci rende felici.

I libri per la felicità

Essere consapevoli di noi stessi è un ingrediente difficile da trovare. Perché rappresenta il risultato di un percorso, spesso, tortuoso e complesso. Un percorso che riguarda noi stessi e gli altri, le nostre passioni e i nostri limiti. Vogliamo consigliarvi due libri che sintetizzano e spiegano due metodi per la “ricerca della felicità”. Conoscete già l’Ikigai o l’Hygge?

Hygge. La via danese alla felicità

Per capire cos’è la hygge bisogna provarla. È stare raggomitolati sul divano con chi ami. È la sensazione di essere a casa, al sicuro, conversando sulle piccole o grandi cose della vita, oppure sorseggiando una tazza di tè da soli. Chi meglio di Meik Wiking può mostrarci cos’è la hygge? Direttore dell’Happiness Research Institute di Copenaghen, Meik ha passato anni a studiare la magia della vita danese e ora ci spiega come portare un po’ di hygge nella nostra quotidianità: dalla scelta della giusta illuminazione a consigli su come organizzare una cena con ospiti e addirittura su come vestirci…

Ikigai: Il metodo giapponese. Trovare il senso della vita per essere felici

Dal Giappone un metodo per giungere alla conoscenza di sé, alla scoperta di ciò che dà senso e realizzazione alla propria quotidianità. Lo scopo? Trovare il proprio ikigai, la propria ragione di vita, e sentire finalmente di condurre un’esistenza piena, soddisfacente e degna di essere vissuta. Ikigai è una parola magica, così magica che non ne esiste una traduzione semplice nelle lingue occidentali. Possiamo definirlo “la ragione di esistere”, “il motore della vita”, o ancora meglio “ciò per cui vale la pena di alzarsi la mattina”. Ognuno di noi possiede il proprio, anche se non tutti ne sono consapevoli: è la premessa fondamentale per vivere una vita sana, soddisfacente e, semplicemente, felice.

© Riproduzione Riservata