Consigli di lettura a Natale

Dimmi chi è e ti dirò che libro regalargli a Natale

Si avvicina il giorno di Natale, arrivano anche pranzi infiniti in famiglia e lunghe giornate di relax, quale migliore occasione per leggere un bel libro
Dimmi chi è e ti dirò che libro regalargli a Natale

MILANO – Si avvicina il 25 dicembre e, insieme al Natale, arrivano anche, come ogni anno, pranzi infiniti in famiglia, tombolate con gli amici e lunghe giornate di relax; quale migliore occasione per leggere un bel libro davanti ad un bel fuoco acceso o sotto un caldo e soffice plaid?! Se volete fare un regalo ad un amico o semplicemente evitare qualche regalo poco azzeccato e comprare per voi una buona lettura per le feste, ma non sapete come fare, ecco 7 consigli per 7 gusti diversi!

.

Amante della storia e infaticabile studioso – Il libro che fa al caso suo è “Le donne erediteranno la terra. Il nostro sarà il secolo del sorpasso” di Aldo Cazzullo. In realtà, non è soltanto un libro per chi ama la storia, ma è un libro che ogni persona dovrebbe leggere per avere un quadro più chiaro e nitido di quello che sta succedendo, per comprendere e prepararsi ai cambiamenti che inevitabilmente ci aspettano. Un libro che fa anche emozionare grazie all’empatica scrittura di Cazzullo.

LEGGI ANCHE: Aldo Cazzullo, “Ecco perché le donne sono migliori degli uomini”

Romantico stufo dei soliti romanzi d’amore – “Quando amavamo Hemingway” di  Naomi Wood, un meraviglioso romanzo d’amore basato al 70% su fatti realmente accaduti grazie al puntiglioso lavoro della scrittrice inglese. Un romanzo che racconta un uomo capace di amare, che si è sposato con ben quattro donne (Hadley, Fife, Martha e Mary), naturalmente non contemporaneamente, anche se magari più di una donna alla volta la frequentava.

LEGGI ANCHE: Naomi Wood, “A salvar la vita a Hemingway sono state le donne”

Tipo curioso e amante dei thriller – Il nostro consiglio è “L’estate fredda” di Gianrico Carofiglio. Con una storia di mafia ambientata a Bari nel 1992, Carofiglio ci parla del bene e del male e di quanto siano astratte queste idee. Noi viviamo, piuttosto, in quella sconfinata zona grigia che sta in mezzo al bianco e il nero. Con una tensione sempre altissima, l’autore ci racconta le indagini del maresciallo Pietro Fenoglio, impegnato nel risolvere il caso dell’omicidio del figlio del boss mafioso Grimaldi.

.
Una persona riflessiva a cui piace pensare al futuro – Il libro per lui o lei può essere “Mio nipote nella giunga“, scritto da Oliviero Beha. Soprattutto per un giovane, ci dice l’autore, il futuro è una muraglia altissima, apparentemente insuperabile, e la giungla in cui siamo precipitati sembra inestricabile: difficile trovare una direzione. A proteggere il novello Mowgli dalle insidie e dai pericoli non ci sarà nessuna pantera Bagheera, dovrà cavarsela da solo. Ma qualcosa per lui possiamo fare da qui, ora, senza aspettare: chiarirgli le idee, avviarlo o riavviarlo al coraggio e alla libertà di pensiero. Acuto e tagliente come sempre, Beha questa volta racconta il presente per superarlo, per trovare le parole che non abbiamo più e quelle che non abbiamo ancora, sospesi tra un passato senza ricordi consapevoli e un avvenire pressoché indecifrabile.

LEGGI ANCHE: Oliviero Beha, “Gli smartphone indeboliscono la capacità di ragionare”

Ua persona intraprendente e solare alle prese con le sorprese non sempre belle della vita – “L’imperfetta meraviglia” di Andrea De Carlo. Nella circoscrizione di Fayence, dipartimento del Var, regione Provence-Alpes-Côte d’Azur, ha casa Nick, una rockstar inglese di cinquant’anni, frontman dei grandi Bebonkers. Si sta preparando il suo terzo matrimonio, condito – pare – con poco amore. Tanto amore c’è invece nella scelta di Milena Migliari, che ha lasciato l’Italia per stare vicina alla sua compagna. In Francia, proprio dove ha casa Nick, ha appena aperto una gelateria: si chiama La Merveille Imparfaite e produce il più buon gelato della regione. “Come succede nella vita” ha detto De Carlo, “trovarsi nello stesso luogo nello stesso momento può creare i cortocircuiti più imprevisti”. Ed è proprio di questi cortocircuiti che racconta l’autore di Due di due, in questo diciannovesimo romanzo.

LEGGI ANCHE: Andrea De Carlo, “L’uomo è libero di essere ciò che sogna di diventare”

Amante dell’avventura col sogno di girare il mondo – Il segno della croce” di Glenn Cooper può fare al caso tuo. Questo romanzo, ambientato tra gli Stati Uniti, l’Italia e l’Antartide, racconta una storia lunga 2000 anni, che giunge a compimento solo ai giorni nostri. Il lettore verrà coinvolto in un’avventura mozzafiato, tra segreti oscuri ed inquietanti, che pian piano arriveranno alla risoluzione e che segneranno il destino dell’intera umanità. Una storia il cui finale è scritto con il sangue.

LEGGI ANCHE: Glenn Cooper, “I misteri vanno risolti con l’intelligenza, non con la forza”

Persona di valori col desiderio di cambiare il mondo – “Dove nasce l’arcobaleno” di Andrea Caschetto. Non ci può essere libro migliore per te. C’è chi è nato per ballare, chi per cantare. C’è chi è nato per dipingere, chi è nato per parlare. Andrea Caschetto, invece, è nato per viaggiare e far ridere i bambini di tutto il mondo. Da quando lo ha capito, non ha mai smesso di farlo. Andrea ha 26 e ha già visitato 90 nazioni ed è proprio di questo di cui parlare “Dove nasce l’arcobaleno”.

LEGGI ANCHE: Andrea Caschetto, “Viaggiare significa combattere i luoghi comuni”

LEGGI ANCHE: NATALE, 10 LIBRI CHE UN LETTORE VORREBBE TROVARE SOTTO L’ALBERO 

© Riproduzione Riservata
Commenti