#Paolo Di Paolo

Cosa vogliono leggere i ragazzi di oggi?
La fuga

Cosa vogliono leggere i ragazzi di oggi?

Lo abbiamo chiesto allo scrittore Fabio Geda, autore de “La fuga” raccolta di racconti per ragazzi realizzata con altri scrittori ed i ragazzi del blog Qualcunoconcuicorrere

I libri? Sono ancora uno strumento per lasciare il segno
Il commento

I libri? Sono ancora uno strumento per lasciare il segno

Gli ultimi casi editoriali, riguardanti scrittori non di professione, sono stati l’occasione per Paolo Di Paolo di riflettere sulla forza dell’oggetto libro, spesso bistrattato ma infine tanto potente

Paolo Di Paolo, "I libri allenano l'immaginazione"
Vite che sono la tua

Paolo Di Paolo, “I libri allenano l’immaginazione”

L’autore è in libreria con “Vite che sono la tua”, opera che attraverso 27 romanzi diversi racconta la grandezza della letteratura, 27 libri capaci di segnare i 27 anni della sua vita di lettore

Perché siamo tutti un po’ Fantozzi
Il commento

Perché siamo tutti un po’ Fantozzi

Non una semplice caricatura. Lo scrittore Paolo Di Paolo analizza, in questa intervista, la fenomenologia del personaggio simbolo della carriera di Paolo Villaggio: Fantozzi

Tutto pronto a Ragusa per "A tutto volume"
La rassegna letteraria

Tutto pronto a Ragusa per “A tutto volume”

Serena Dandini con Paolo Di Paolo inaugura venerdì 16 giugno il festival letterario di Ragusa. Chiusura affidata a Gad Lerner e Piero Dorfles. Molti autori conosciuti tra gli ospiti

Libri e dintorni

Paolo Di Paolo, scrittore per vocazione ma non a tempo pieno

Paolo Di Paolo, nato “solo” nel 1983, vanta una produzione letteraria già cospicua: la raccolta di racconti “Nuovi cieli, nuove carte” (Empirìa, 2004), finalista al Premio Italo Calvino per l’inedito 2003…

La critica quotidiana

Spopolano in Italia le scuole di lettura

LA CRITICA QUOTIDIANA – 60 mila sono i titoli pubblicati in Italia ogni anno ma, come è noto, solo 43 persone su 100 hanno letto almeno un libro nell’ultimo anno. Esistono però delle possibili soluzioni al problema…

1994, l’anno fatidico della narrativa italiana raccontato da Paolo Di Paolo su La Stampa

LA CRITICA QUOTIDIANA – Dopo il 1994 la narrativa italiana è cambiata per sempre. Il successo imprevedibile di ”Va’ dove ti porta il cuore” diede il via alla ricerca sempre più ossessiva del best seller, il film ”Pulp fiction” aprì la strada a una selva di libri e autori etichettati come ”cannibali”, Enrico Brizzi con il suo ”Jack Frusciante” inaugurò il fenomeno dei ”giovani scrittori”…

Natale 2013, i consigli di lettura degli scrittori – parte 1

Il Natale è davvero alle porte e tra grandi abbuffate, brindisi, momenti passati con famigliari e parenti amati (o odiati), avremo finalmente un po’ di tempo in più da dedicare a noi stessi, per cullarci un po’ nei nostri sogni in compagnia di un buon libro. E se non sapete cosa leggere, potete affidarvi ai consigli di chi della penna ha fatto un mestiere…

Premio Strega 2013, le reazioni dei protagonisti

Soddisfatti del testa a testa che li ha visti protagonisti fino all’ultima scheda, ma entrambi hanno voluto sollevare alcuni consigli volti a migliorare l’organizzazione del Premio, senza snaturarlo. Sono questi i commenti del giorno dopo da parte di due dei protagonisti della serata finale del Premio Strega…

Su La Stampa, Paolo Di Paolo riflette sul perché oggi ci si dedica sempre meno a letture impegnative

LA CRITICA QUOTIDIANA – Dalle pagine de La Stampa di oggi, Paolo Di Paolo, il giovane autore entrato nella cinquina dei finalisti del Premio Strega spiega che cosa significa l’esperienza della lettura. L’autore si è concentrato in particolar modo sulla difficoltà, al giorno d’oggi, di affrontare quei testi definiti ”pesanti”, prediligendo invece letture meno impegnative…

Paolo Di Paolo, ”Concorrere per il Premio Strega è un piacevole stress”

”Attraverso due personaggi antitetici, Piero e Moraldo, ho voluto raccontare due giovinezze contrapposte, quella risolta e quella in difficoltà, incerta”. Così Paolo Di Paolo spiega l’ispirazione che anima il suo romanzo candidato al Premio Strega di quest’anno, ”Mandami tanta vita”. E ammette di identificarsi più con il secondo. Al termine del’articolo, un estratto del libro in anteprima…