Sei qui: Home » Storie » Medici e infermieri, gli eroi che combattono ogni giorno per noi
Coronavirus

Medici e infermieri, gli eroi che combattono ogni giorno per noi

I nostri eroi sono loro: medici e infermieri. Ogni giorno in prima linea per combattere contro il nostro più piccolo e acerrimo nemico...

La notizia che mai avremmo voluto ricevere è arrivata: un altro medico è morto nella lotta all’ultimo sangue contro il Coronavirus. Presidente dell’Ordine dei Medici di Varese, Roberto Stella è morto a 67 anni all’ospedale di Como, dopo una settimana di ricovero in terapia intensiva per contagio da Covid-19. Era uno dei tanti medici e infermieri in prima linea contro il contagio. 

Lui rappresentava la capacità di impegno e sacrificio dei medici di famiglia. E la sua morte rappresenta il grido di tutti i colleghi che ancora oggi non vengono dotati di dispositivi di protezione individuale”, ha dichiarato Silvestro Scotti, segretario nazionale della Federazione dei medici di medicina generale.

Citazione-gandhi

Perché fare rinunce per vivere meglio, l’insegnamento di Gandhi

Per cominciare la giornata di oggi, vi proponiamo una frase di Gandhi, per riflettere sul sacrificio a cui siamo stati chiamati in questo periodo storico

Medici e infermieri, i nostri eroi

I nostri eroi sono loro: medici e infermieri. Ogni giorno in prima linea per combattere contro il nostro più piccolo e acerrimo nemico: il Coronavirus. Senza il loro sacrificio quotidiano, non potremmo resistere alla minaccia di un virus che ha ormai preso il sopravvento sulle vite di tutti noi. E senza di loro, non potremmo neppure immaginare di vincere contro l’epidemia più pericolosa del nostro secolo. È per loro che dobbiamo assumerci adesso la nostra responsabilità di cittadini e agire nel rispetto delle indicazioni che ci arrivano. Stare a casa, evitare contatti sociali e limitare, al massimo delle nostre possibilità, spostamenti di qualsiasi tipo. Non lamentiamoci. Anzi, riteniamoci dei privilegiati. Perché se a noi viene chiesto semplicemente di stare al sicuro, al riparo dal virus nelle nostre case, quello che tutti noi stiamo chiedendo loro è di salvarci, correndo ogni giorno un rischio potenzialmente letale. Dagli ospedali arrivano le prime foto e le testimonianze di chi sta lavorando da giorni e giorni senza sosta. Vediamo i segni delle protezioni che solcano i loro visi, stanchi e consumati dal lavoro incessante. Vediamo i loro occhi arrossati per la stanchezza – e forse qualche lacrima -. Ma dietro i segni della fatica, scorgiamo anche la loro tenacia, il coraggio, la volontà di lottare ogni giorno per non venire a meno al giuramento che hanno fatto alla società. Sono i nostri eroi da sempre e adesso più che mai. Non dimentichiamocelo quando tutto questo sarà finito. Non dimentichiamo chi ha saputo assolvere al più nobile dei doveri di un cittadino, mettendo a repentaglio la propria vita per salvare quella del suo Paese. Dal profondo dei nostri cuori, grazie. 

franco-arminio

“La distanza è un’occasione per sentirci più vicini”, il poeta Franco Arminio

Il poeta Franco Arminio ci propone 10 esericizi di salute morale per affrontare l’angoscia di questi giorni. Al sesto punto si legge: “Ricordati che ci sono grandi libri che non hai mai letto”

 

© Riproduzione Riservata