Coronavirus

Medici e infermieri, gli eroi che combattono ogni giorno per noi

I nostri eroi sono loro: medici e infermieri. Ogni giorno in prima linea per combattere contro il nostro più piccolo e acerrimo nemico...
Salute Silvestro Scotti, segretario nazionale della Federazione dei medici di medicina generale

La notizia che mai avremmo voluto ricevere è arrivata: un altro medico è morto nella lotta all’ultimo sangue contro il Coronavirus. Presidente dell’Ordine dei Medici di Varese, Roberto Stella è morto a 67 anni all’ospedale di Como, dopo una settimana di ricovero in terapia intensiva per contagio da Covid-19. Era uno dei tanti medici e infermieri in prima linea contro il contagio. 

Lui rappresentava la capacità di impegno e sacrificio dei medici di famiglia. E la sua morte rappresenta il grido di tutti i colleghi che ancora oggi non vengono dotati di dispositivi di protezione individuale”, ha dichiarato Silvestro Scotti, segretario nazionale della Federazione dei medici di medicina generale.

Medici e infermieri, i nostri eroi

I nostri eroi sono loro: medici e infermieri. Ogni giorno in prima linea per combattere contro il nostro più piccolo e acerrimo nemico: il Coronavirus. Senza il loro sacrificio quotidiano, non potremmo resistere alla minaccia di un virus che ha ormai preso il sopravvento sulle vite di tutti noi. E senza di loro, non potremmo neppure immaginare di vincere contro l’epidemia più pericolosa del nostro secolo. È per loro che dobbiamo assumerci adesso la nostra responsabilità di cittadini e agire nel rispetto delle indicazioni che ci arrivano. Stare a casa, evitare contatti sociali e limitare, al massimo delle nostre possibilità, spostamenti di qualsiasi tipo. Non lamentiamoci. Anzi, riteniamoci dei privilegiati. Perché se a noi viene chiesto semplicemente di stare al sicuro, al riparo dal virus nelle nostre case, quello che tutti noi stiamo chiedendo loro è di salvarci, correndo ogni giorno un rischio potenzialmente letale. Dagli ospedali arrivano le prime foto e le testimonianze di chi sta lavorando da giorni e giorni senza sosta. Vediamo i segni delle protezioni che solcano i loro visi, stanchi e consumati dal lavoro incessante. Vediamo i loro occhi arrossati per la stanchezza – e forse qualche lacrima -. Ma dietro i segni della fatica, scorgiamo anche la loro tenacia, il coraggio, la volontà di lottare ogni giorno per non venire a meno al giuramento che hanno fatto alla società. Sono i nostri eroi da sempre e adesso più che mai. Non dimentichiamocelo quando tutto questo sarà finito. Non dimentichiamo chi ha saputo assolvere al più nobile dei doveri di un cittadino, mettendo a repentaglio la propria vita per salvare quella del suo Paese. Dal profondo dei nostri cuori, grazie. 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti