Gli atenei migliori del mondo

Le 100 università migliori del mondo, Italia assente

Nella classifica annuale degli atenei migliori del mondo, pubblicata da "Times Higher Education", la Normale di Pisa occupa il 112° posto
Le migliori università al mondo

MILANO – Il settimanale britannico “Times Higher Education” ha reso nota l’annuale classifica dei 200 atenei migliori al mondo per reputazione e prestigio. Nel Ranking degli atenei più prestigiosi, le università italiane si classificano oltre il numero cento, superate dalle esemplari università di Usa e Regno Unito. Il periodico, specializzato nel campo universitario e dell’istruzione superiore, ha declassato entrambe le famose università inglesi di Cambridge e Oxford di una posizione, giungendo così rispettivmente al quarto e quinto posto. L’Italia non compare tra le prime 100 università, la Normale di Pisa solo al 112° posto.

.

LA CLASSIFICA – La retrocessione di Oxford e Cambridge, è stato il cambiamento rilevante nella top ten dei migliori atenei, che vede in prima posizione ormai da 6 anni consecutivi la statunitense Harvard University, seguita dalla Massachusetts Istitute of Technology e da Stanford University.  è ancora saldamente dominata dagli Stati Uniti, che contano 43 atenei tra i primi 100. Il secondo paese più rappresentato è il Regno Unito, con Cambridge e Oxford appena sotto il podio di onore (rispettivamente 4° e 5° posto) e con un totale di dieci atenei nella lista. Secondo la classifica, otto dei migliori dieci atenei del mondo sono statunitensi, mentre sono solo tre le italiane presenti ovvero la Scuola Normale Superiore di Pisa, in 112esima posizione, la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, 130esima, e infine l’Università di Trento 198esima.

.

IL CRITERIO DI CLASSIFICAZIONE – La metodologia adottata per stilare la graduatoria comprende molteplici parametri, tra i quali la qualità dell’insegnamento, il collegamento con le imprese, il prestigio internazionale, le citazioni, i titoli prodotti e la ricerca. Il Times Higher Education pubblica anche una classifica simile comprendendo le 200 migliori università europee, in questo caso la Scuola Normale Superiore di Pisa e la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa si trovano rispettivamente alla 50esima e alla 90esima posizione. La terza università italiana citata anche nella classifica mondiale, l’Università di Trento, è qui al 110° posto. In generale nel ranking europeo delle migliori 200, sono 19 le università italiane presenti.

.

LE SORPRESE E LE DELUSIONI – Il dato che stupisce è la continua l’ascesa dell’Asia, che quest’anno vanta ben 18 istituzioni universitarie, quasi raddoppiando il numero di atenei presenti lo scorso anno in classifica. L’Italia, pur con il suo glorioso patrimonio universitario negli ultimi anni ha introdotto numerose riforme che hanno penalizzato la qualità. Tra tutte, la riforma del 2004 che ha legato i finanziamenti universitari delle università italiane al numero di studenti iscritti e alle performance di didattica e ricerca. Quello che le manca per competere con le potenze in ascesa, europee e non, deve aumentare il suo investimento nell’istruzione. Germania e Francia ritrovano numerosi atenei nella top 100, mentre Danimarca e Finlandia restano fuori classifica. Invece, mentre Canada, Australia e Russia mantengono i loro atenei all’interno della preziosa lista, non c’è traccia di università indiane o sudafricane.

.

© Riproduzione Riservata