10 buoni motivi per cui insegnare l’arte a scuola fa bene ai bambini

Ecco perché le materie artistiche sono importanti e in che modo aiutano i bambini nel loro processo di sviluppo
10 buoni motivi per cui insegnare l'arte a scuola fa bene ai bambini
Ecco perché le materie artistiche sono importanti e in che modo aiutano i bambini nel loro processo di sviluppo

MILANO – Quale spazio stanno avendo le arti nel mondo dell’istruzione? Negli ultimi anni abbiamo assistito alla tendenza di tagliare materie artistiche nei programmi scolastici come “musica, arte, teatro”. E’ dal 2008, con la prima grande riforma della Gelmini, che l’insegnamento delle discipline artistiche nelle scuole italiane sta gradualmente estinguendosi. Un paradosso per l’Italia, Paese che può vantare il 44% dei beni artistici dichiarati dall’Unesco patrimonio dell’umanità, ma che nell’insegnamento delle discipline artistiche è dietro a Stati come Tunisia e Montenegro. Le arti contribuiscono anche i bambini a svilupparsi su vari livelli fondamentali. Ecco riportati dal sito pedagogico LearningLiftoff i 10 motivi principali per cui le arti aiutano i bambini nel loro processo di sviluppo.

 

1 . Stimolano la creatività. Può sembrase scontato, ma molti sottovalutano come le arti possano ispirare bambini a esprimersi meglio di matematica o la scienza. Come riportato sul Washington Post, all’interno di in un programma incentrato su materie artistiche, ad un bambino può essere chiesto di recitare un monologo in 6 modi diversi, creare un dipinto che rappresenta un ricordo, o comporre un nuovo ritmo per migliorare un pezzo di musica. Se i bambini sono abituati ad esercitarsi al pensiero creativo, avranno dei vantaggi positivi in futuro per la loro carriera.

 

2 . Migliorano le prestazioni scolastiche. Le arti non solo sviluppano la creatività, ma aumentano le competenze che sconfinano nel rendimento scolastico. Un rapporto dell’ “Americans for the Arts” afferma che i giovani che partecipano regolarmente a ore dedicate all’arte (tre ore al giorno per tre giorni alla settimana in un anno intero) hanno quattro volte più probabilità di conseguire titoli accademici, di partecipare una fiera matematica e scientifica o di vincere un premio per la scrittura di un saggio o una poesia rispetto ai bambini che non partecipano.

 

3 . Sviluppano le abilità motorie. Questo vale soprattutto per i più piccoli che fanno arte o suonano uno strumento. Cose semplici come utilizzare un pennello e scarabocchiare con un pastello sono un elemento importante per lo sviluppo delle capacità motorie di un bambino. Secondo il National Institutes of Health, le attività fondamentali per lo sviluppo delle capacità di un bambino a partire dall’età di 3 anni dovrebbero includere il disegnare un cerchio e cominciare a usare le forbici di sicurezza. Intorno all’età di quattro anni, i bambini possono essere così in grado di disegnare un quadrato e iniziare a tagliare linee rette con le forbici.

 

4 . Trasmettono Fiducia. Se la padronanza di un argomento favorisce certamente l’aumento della fiducia in uno studente, anche l’arte favorisce questo. Alzarsi su un palco e cantare dà ai bambini la possibilità di fare un passo fuori della loro zona di comfort. Migliorando e vedendo di persona i propri progressi, la fiducia in sé continuerà a crescere.

 

5 . Favoriscono l’apprendimento visivo. Soprattutto per i bambini, studiare disegno, pittura e scultura in classe aiuta a sviluppare le abilità visuo-spaziali. Il Dr. Kerry Freedman, direttore di Educazione dell’Arte e del Design alla Northern Illinois University, afferma che “I bambini hanno bisogno di sapere di più sul mondo rispetto a ciò che possono imparare solo attraverso il testo e numeri. L’istruzione artistica insegna agli studenti come interpretare, criticare, e utilizzare le informazioni visive, insieme a come fare scelte basate su esse”.

 

6 . Aiutano a prendere decisioni. Le arti rafforzano il problem solving e la capacità di pensiero critico. Come esprimo questa sensazione attraverso il ballo? Come devo interpretare questo personaggio? Imparare a fare scelte e prendere decisioni fa certamente parte della formazione di una persona, può essere applicato in diverse situazioni e rappresenta una preziosa competenza in età adulta.

 

7 . Sviluppano la perseveranza. Lo studio dell’arte può essere impegnativo. Quando si cerca ad esempio di padroneggiare uno strumento, ci possono essere momenti di sconforto che possono portare a lasciar perdere e smettere. Dopo aver fatto molta pratica, è facile constatare come l’insistenza e la perseveranza paghino sempre. Assumere questa mentalità sarà certamente importante man mano che si cresce, soprattutto nel corso della carriera in cui probabilmente saranno invitati a sviluppare continuamente nuove competenze e lavorare attraverso progetti difficili.

 

8 . Aiutano a fissare un obiettivo. Quando si insiste nella pittura, nel canto o nello studio di una commedia, fissare un obiettivo è fondamentale. Certamente la messa a fuoco è di vitale importanza per lo studio e l’apprendimento in classe, e può esserlo in futuro dal punto di vista lavorativo.

 

9 . Favoriscono la collaborazione. Molti lavori artistici richiedono ai bambini di lavorare insieme. Essi devono condividere la responsabilità e il compromesso per raggiungere il loro obiettivo comune. In questo modo i bambini imparano che il loro contributo al gruppo è parte integrante del proprio successo, anche se non ricoprono un ruolo fondamentale all’interno del gruppo stesso.

 

10 . Aumentano la responsabilità . Proprio come avviene con la collaborazione, i bambini grazie all’arte imparano che sono responsabili per il loro contributo all’interno del gruppo. Se fanno un errore, si rendono conto di quanto sia importante assumersi la responsabilità di ciò che è stato fatto. Gli errori sono una parte della vita, ed imparare ad accettarli, correggerli e andare avanti servirà i bambini per la loro crescita.

 

 

© Riproduzione Riservata