Sei qui: Home » Poesie » Dall’uovo di Pasqua, la poesia che celebra la pace

Dall’uovo di Pasqua, la poesia che celebra la pace

“Dall’uovo di Pasqua” è una poesia sulla Pasqua che celebra il valore della pace e della serenità di questa festa.

Gianni Rodari è stato un noto scrittore e giornalista italiano del ‘900, famoso soprattutto per la sua forte passione verso il mondo dei bambini e della gioventù. In questa poesia celebra la festa della Pasqua, vista anche e soprattutto come momento di convivialità e unione.  Una poesia spesso attribuita a Rodari, ma l’autrice in realtà dovrebbe essere Maria Loretta Giraldo. Sotto il suo nome infatti Dall’uovo di pasqua è stata pubblicata nella raccolta Rime per tutto l’anno (Giunti Junior, 2008).

Una poesia di stretta attualità, i cui concetti di pace e fratellanza si pongono in contraddizione con ciò che purtroppo accade nel mondo con i diversi scenari di guerra che purtroppo troviamo nel mondo.

La Pietà di Michelangelo, un capolavoro senza tempo

La Pietà di Michelangelo, un capolavoro senza tempo

La Pietà di Michelangelo, altrimenti nota come Pietà Vaticana, è una delle opere più belle nate dal genio del Rinascimento italiano. Un capolavoro eterno.

Dall’uovo di Pasqua

Dall’uovo di Pasqua
è uscito un pulcino
di gesso arancione
col becco turchino.
Ha detto: ‘Vado,
mi metto in viaggio
e porto a tutti
un grande messaggio’.
E volteggiando
di qua e di là
attraversando
paesi e città
ha scritto sui muri,
nel cielo e per terra:
‘Viva la pace,
abbasso la guerra’.

Ritrovare la serenità durante la Pasqua

In questa poesia dallo stile fresco e asciutto, si descrive la dolcezza di un momento tipico pasquale, ovvero il momento in cui si scarta l’uovo. È da questo che esce così un pulcino, un pulcino speciale portatore di un messaggio ben definito: la pace. Il momento in cui si festeggia la pasqua è anche il momento in cui si rivivono emozioni pure e positive. Nei paesi e nelle città, scrive lui, quello che dovremmo sempre ricordarci è proprio il messaggio di Pace che una festa come la Pasqua dovrebbe portare. Per ben due volte siamo stati costretti a festeggiare la Pasqua chiusi in casa, impossibilitati a condividere l’amore e la gioia. Ma proprio per questo dobbiamo ricordare a noi stessi, ma anche ai più piccoli, che la bellezza della famiglia e dei legami va oltre questi momenti bui. 

 

© Riproduzione Riservata