Sei qui: Home » Poesie » Calendario dell’avvento. La poesia del 07/12 è “Er Presepio” di Trilussa
Calendario dell'avvento

Calendario dell’avvento. La poesia del 07/12 è “Er Presepio” di Trilussa

In attesa del 25 dicembre, vi regaliamo la poesia "Er Presepio" di Trilussa per vivere la magica atmosfera della festa più bella.

Oggi per il calendario dell’avvento proponiamo una poesia di Trilussa. Ti ricordi l’emozione di aprire la finestrella del calendario dell’avvento? Quando ti svegliavi e il tuo pensiero volava a quella casella in attesa di essere aperta? Un piccolo e prezioso momento di felicità, che restituisce il senso dell’attesa natalizia. Ormai manca poco a Natale e noi abbiamo pensato di regalarti l’emozione di quella scoperta con un calendario un po’ particolare. Ogni giorno una poesia per aspettare il Natale in compagnia dei grandi autori che ci hanno emozionato e continuano a farlo attraverso la forza della loro parola.

Calendario-avvento-6

Calendario dell’avvento. La poesia del 6/12 è “E poi fate l’amore”

In attesa del 25 dicembre, vi regaliamo “E poi fate l’amore”, la poesia di Azzurra D’Aniello che celebra l’amore, ma non quello spirituale, ma quello concreto e sensuale

Ma adesso scopriamo quale dono ci abbia riservato oggi questo magico calendario dell’avvento.

Er presepio di Trilussa

Ve ringrazio de core, brava gente,
pè ‘sti presepi che me preparate,
ma che li fate a fa? Si poi v’odiate,
si de st’amore nun capite gnente…

Pé st’amore so nato e ce so morto,
da secoli lo spargo da la croce,
ma la parola mia pare ‘na voce
sperduta ner deserto senza ascolto.
 
La gente fa er presepe e nun me sente,
cerca sempre de fallo più sfarzoso,
però cià er core freddo e indifferente
e nun capisce che senza l’amore
è cianfrusaja che nun cià valore.

Trilussa

Trilussa, pseudonimo anagrammatico di Carlo Alberto Camillo Mariano Salustri, è stato un poeta noto per aver reso il romanesco la sua principale caratteristica letteraria. Le sue poesie sono ancora ricordate per la grande carica umoristica ed educatrice.

© Riproduzione Riservata