Al via il restauro di Notre-Dame di Parigi, sarà ricostruita entro 5 anni

Approvata la legge per il restauro di Notre-Dame di Parigi: sarà ricostruita entro 5 anni, ma per molti è una cifra irrealistica
Al via il restauro di Notre-Dame di Parigi, sarà ricostruita entro 5 anni

MILANO – È stata approvata la legge per la ricostruzione entro 5 anni di Notre-Dame di Parigi. Ma tra i gravi danni ancora da risolvere e le Olimpiadi del 2024 che si terranno nella capitale francese, a molti questo piano quinquennale pare del tutto irrealistico.

LEGGI ANCHE: A fuoco la cattedrale di Notre-Dame a Parigi

Notre-Dame ricostruita entro 5 anni

Tutti ricordiamo molto bene i video e le fotografie, terrificanti, di quando la bellissima cattedrale di Notre-Dame è stata assalita dalle fiamme. In quel momento tutti assistevamo impotenti mentre quel colosso secolare veniva inghiottito dal fuoco. Molti pompieri hanno rischiato la vita per spegnere l’incendio (di cui ancora non si conosce l’origine), ma nonostante ciò le ferite sul corpo della chiesa gotica sono ancora aperte. L’iconica guglia è andata distrutta, alcune opere d’arte sono diventate cenere e altre sono state danneggiate. Ma ora è arrivato il momento di guardare avanti e pensare al futuro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Europa Press (@europapress) in data:

Dopo aver raccolto 850 milioni di euro di donazioni, di cui 600 arrivati in sole 24 ore, Notre-Dame è pronta a risplendere come un tempo. Il parlamento francese ha finalmente approvato la legge per iniziare i lavori di restauro della cattedrale che, come già aveva annunciato il presidente Emmanuel Macron, dovranno concludersi entro 5 anni. Ma c’è chi ritiene che questa tempistica per vedere Notre-Dame ricostruita sia del tutto irrealistica a causa dei lunghi tempi della politica e future Olimpiadi del 2024 che si terranno proprio a Parigi.

LEGGI ANCHE: Come Victor Hugo salvò la maestosa Notre-Dame

I problemi ancora da risolvere

In piedi da 675 anni, la bellissima cattedrale di Notre-Dame per bruciare ha impiegato solo 30 minuti. E sebbene sia molto propositivo il progetto quinquennale di ricostruzione varato dal parlamento, i problemi attuali da risolvere sono ancora molti. Il primo passo è quello di mettere in totale sicurezza il sito: le strutture interne sono danneggiate e di conseguenza non si ha la totale certezza che la chiesa possa rimanere in piedi.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da The New York Times (@nytimes) in data:

Il secondo passo sarebbe quello di sfatare il mito dei residui di piombo nelle zone circostanti, che a quanto pare hanno registrato un tasso di presenza del piombo superiore alla media. Tra smentite voci e opinioni contrastanti, sicuramente col passare del tempo tutto si farà più chiaro. Tanta è la speranza che Notre-Dame possa tornare ad essere un luogo sicuro per tutti i turisti e i cittadini che ogni giorno passano davanti alla bellissima chiesa gotica in attesa di poterla rivedere bella come un tempo.

LEGGI ANCHE: Storia, misteri e opere d’arte ispirate alla grande Notre-Dame

© Riproduzione Riservata