Ambiente

La Foresta amazzonica è in fiamme ( e nessuno ne parla)

Gli incendi della Foresta amazzonica hanno superato ogni record, procurando danni ambientali di grandissima portata
La Foresta amazzonica è in fiamme ( e nessuno ne parla)

MILANO – La Foresta amazzonica, il più grande polmone verde del pianeta, è in fiamme. Quest’anno il numero di incendi registrati ha superato ogni record: basti pensare che c’è stato un aumento dell’83% in più rispetto ai dati del 2018. Le immagini scattate dai satelliti della NASA stanno circolando in rete e sui social, rivelando uno spettacolo terrificante. Ma sia ben chiaro che questi incendi sono causati dall’uomo che preferisce favorire i propri interessi economici, piuttosto che la salute della Terra e dei suoi abitanti.

LEGGI ANCHE: Le più belle frasi che celebrano il pianeta Terra

Il record di incendi

Secondo i dati diffusi dal National Institute for Space Research brasiliano, gli incendi sono aumentanti dell’83% rispetto al 2018. Un numero record per il polmone verde del pianeta. Gli incendi sono ben visibili dai satelliti della NASA: sono soprattutto le aree in Rondonia, in Bolivia e in Brasile ad essere violentemente colpite. Anche le città sono state coinvolte: infatti lo scorso lunedì il fumo denso trasportato dai venti ha provocato nella città di San Paolo un black out.
Non è una novità che ci siano incendi durante la stagione secca, ma questi dati sono assolutamente anomali. Certo il caldo e la siccità favoriscono gli incendi, ma è l’uomo il primo fautore di questa tragedia ambientale. Infatti per favorire gli interessi economici, l’allevamento di bestiame, l’agricoltura e altre attività economiche, si libera la terra dagli alberi, visti come ostacolo alla ricchezza.

Credo che avere la terra e non rovinarla sia la più bella forma d’arte che si possa desiderare. – Andy Warhol

La Foresta amazzonica e i rischi per il pianeta

In un clima di allarme per il nostro pianeta, di campanelli d’allarme e di agitazione generale, la Foresta amazzonica sta andando in fiamme. Si potrebbe dire che per quanto riguarda l’Amazzonia, si stanno percorrendo numerosi passi all’indietro. Infatti il governo Bolsonaro, piuttosto che scendere in campo per difendere la Terra e la foresta, dà man forte a coloro che abbattono, bruciano e distruggono l’ambiente. Questo perché ci si pone come primo obiettivo lo sviluppo economico a pieno discapito della natura e dell’ambiente. Tutti gli sforzi compiuti dai governi precedenti si stanno rivelando inutili.
Ma cosa rappresenta la Foresta amazzonica per il pianeta? È la più grande foresta pluviale al mondo, ospita 3 milioni di specie animali e vegetali e 1 milione di indigeni. È importantissima per la Terra in quanto è il deposito di carbonio indispensabile per rallentare il riscaldamento globale. Quindi, perdere la Foresta amazzonica significa peggiorare gli effetti del riscaldamento globale.

LEGGI ANCHE: I libri da leggere che trattano la questione ambientale

© Riproduzione Riservata