Sei qui: Home » Libri » Autori » Luis Sepúlveda e il suo impegno per l’ambiente e la terra
L'impegno dell'autore

Luis Sepúlveda e il suo impegno per l’ambiente e la terra

Luis Sepúlveda è stato uno scrittore impegnato nel sociale, in particolare sul fronte ambientale. Dalla collaborazione con Greenpeace ai suoi libri, il suo esempio è stato fondamentale.

Oggi si celebra la Giornata Mondiale della Terra. Una ricorrenza fondamentale per vertere l’attenzione sulla situazione del nostro pianeta e cercare di fare il possibile per migliorare le cose, anche nei gesti più piccoli. Lo scrittore cileno Luis Sepúlveda, oltre a regalarci libri bellissimi e storie incredibili ci ha insegnato a rispettare l’ambiente e prenderci cura della terra. Il suo impegno è e deve restare un grande esempio per tutti.

La vita di Luis Sepúlveda

Luis Sepúlveda nacque a Ovalle, in Cile il 4 ottobre del 1949, lo stesso giorno in cui si celebra la ricorrenza di S. Francesco, patrono dell’ecologia. Un talento letterario, quello di Sepúlveda che emerse fin da giovanissimo. Dopo il colpo di stato di Pinochet e una condanna all’esilio di otto anni fu costretto a fuggire dal Cile nel 1977. Visse con l’amore della sua vita Carmen Yáñez (che sposerà due volte) attraverso l’America del Sud e l’Europa, viaggiò poi con Greenpeace e si stabilì in Spagna, dove un anno fa il  Coronavirus lo portò via, lasciando un grande vuoto nel mondo della letteratura e non solo.

 

L’attivismo ambientale

L’ecologia fu un tema fondamentale nell’idealismo di Sepúlveda. La protezione dell’ambiente e l’attenzione verso i cambiamenti climatici presero forma con l’incontro, in Europa, tra lo scrittore e l’associazione di Greenpeace all’inizio degli anni Ottanta. Dal 1982, infatti, per cinque anni, fu membro dell’equipaggio di una delle navi dell’organizzazione ambientalista, in seguito assunse un ruolo di coordinamento delle operazioni. Una delle azioni più importanti fu l’occupazione del porto di Yokohama per impedire l’uscita delle baleniere giapponesi. In un’intervista Sepúlveda disse di sentire il bisogno di dedicarsi alle ferite dell’Umanità.  Tutte le opere di Sepúlveda trattano, in un modo o nell’altro, di questioni ambientali.

Il mondo alla fine del mondo

“Il mondo alla fine del mondo” è un romanzo sulla distruzione del pianeta in nome del profitto ed è tutto incentrato sulle battaglie di Greenpeace contro la caccia alle balene. Il tema centrale del libro è la natura e il problema dell’estinzione delle balene e del male che l’uomo provoca alle specie marine. 

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

Pubblicato nel 1996, in questo libro Sepúlveda esprime la drammaticità della distruzione dell’ambiente a opera dell’uomo, raccontando le tragiche conseguenze della dispersione del petrolio in mare. 

Storia di una lumaca che scoprì l’importanza della lentezza

Con questo libro lo scrittore cileno decide nuovamente di raccontare i crimini ambientali. Il piccolo animale, infatti, si batte per salvare i suoi simili dai caterpillar.

In un mondo che sembra non riuscire a riprendersi da questa assurda pandemia, si sente sempre di più la mancanza dell’attivismo dolce e convinto e delle fiabe piene di vita di Luis Sepúlveda.

 

Alice Turiani

 

 

© Riproduzione Riservata