Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » Venezia, il messaggio d’amore di Roberto Benigni alla moglie
Il discorso

Venezia, il messaggio d’amore di Roberto Benigni alla moglie

Roberto Benigni ha ricevuto il Leone d’oro alla Carriera alla mostra del cinema di Venezia e ha tenuto un emozionante discorso sull’amore

Ieri, Roberto Benigni, attore, regista e sceneggiatore toscano, è stato premiato con il Leone d’Oro alla carriera alla settantottesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Come sempre Benigni è stato in grado di lasciare il segno, questa volta con un discorso di ringraziamento che va ben oltre alla semplice dedica. l’attore, infatti, ha parlato alla moglie, l’attrice e produttrice Nicoletta Braschi, esprimendo tutto il suo amore e la sua gratitudine.

Il discorso di Roberto Benigni a Venezia

Dopo aver ringraziato alcune personalità del cinema, Roberto Benigni ha continuato il suo discorso rivolgendo la sua gratitudine all’amore della sua vita, Nicoletta Braschi. “Il premio non posso dedicarlo alla persona che imparadisce la mia mente, come dice Dante, alla mia attrice prediletta Nicoletta Braschi, questo premio è suo per cui sarai tu a dedicarlo. Abbiamo fatto tutto insieme per 40 anni, io conosco solo un modo per misurare il tempo, con o senza di te. Ma ci possiamo dividere il premio: io prenderei la coda mentre le ali sono tue perché se qualche volta nel lavoro che ho fatto qualcosa ha preso il volo è grazie a te, al tuo talento e al tuo mistero. Grazie alla tua luce.”

 

Roberto e Nicoletta

Roberto Benigni e Nicoletta Braschi hanno iniziato a lavorare insieme nel 1988 sul set de “Il piccolo Diavolo”. «Ci presentarono amici comuni. Da allora ci siamo nutriti delle stesse cose. Veniva a prendermi all’Accademia e andavamo al cinema quasi tutti i giorni; quando si riusciva anche a teatro. Ci passavamo i libri». Si sposarono il 26 dicembre 1991, con nozze riservatissime in un piccolo convento di clausura. Da allora sono inseparabili, sempre insieme, sulla vita e sul lavoro dove creano lavori meravigliosi. La loro complicità rende la loro arte ricca di poesia. Una storia d’amore come poche, fatta di fiducia, passione e sogni in comune.

© Riproduzione Riservata