Sei qui: Home » Arte » La collezione del Musée d’Orsay disponibile online gratis
Il museo

La collezione del Musée d’Orsay disponibile online gratis

Un viaggio gratuito attraverso i tesori del Musée d’Orsay. Uno dei musei più belli del mondo apre le porte delle sue collezioni.

Anche il Musée d’Orsay apre le sue porte al mondo virtuale, proponendo, grazie alla collaborazione con Google Arts & Culture è possibile visitare le meraviglie esposte in uno dei musei più famosi e belli del mondo. Nonostante la previsione delle riaperture di mostre e musei in Italia da lunedì 26 aprile, bisognerà ancora aspettare per rivivere l’emozione di viaggiare e visitare i luoghi culturali degli altri paesi. Grazie ai tour virtuali, che si sono sviluppati prevalentemente in questo periodo di chiusura, è possibile apprezzare i tesori custoditi dai musei più importanti del mondo senza doversi scomodare dal divano.

Il virtual tour del Musée d’Orsay

La collezione del museo può essere scoperta attraverso la piattaforma di Google Arts &Culture che presenta un tour virtuale per raccontare la storia della stazione diventata sede del museo, una passeggiata all’interno dell’edificio e la spiegazione di numerosissime opere esposte, rintracciabili poi nella street view. Un altro modo per visitare online il museo è la visualizzazione dei video caricati dal Musée d’Orsay sul suo canale Youtube, grazie ai quali è possibile scoprire artisti, opere e movimenti.

 

Il Musée d’Orsay

Il Musée d’Orsay è situato sulla riva sinistra della Senna, di fronte ai giardini delle Tuileries e fu inaugurato nel 1986. L’edificio che ospita il museo ha una storia lunga e singolare. Si tratta infatti, di una vecchia stazione ferroviaria ristrutturata e poi convertita. La collezione di questo importante museo non comprende solo dipinti, ma anche molte opere di scultura, fotografia, architettura e arte decorativa. Con la sua nascita questo spazio va a colmare il periodo storico lasciato tra il Museo del Louvre e il Centre Pompidou. Tra gli artisti più importanti le cui opere sono esposte, segnaliamo: Claude Monet, Paul Cézanne, Edouard Manet, Paul Gauguin, Vincent Van Gogh, Pierre-Auguste Renoir, Edgar Degas, Alfred Sisley, Camille Pissarro e Auguste Rodin.

La storia della stazione

L’edificio in cui oggi si trova ora il museo d’Orsay venne costruito dall’architetto Victor Laloux come stazione ferroviaria. Venne ristrutturata per l’Esposizione Universale del1900 e negli anni successivi lo stabile fu adibito a vari usi. All’inizio degli anni ’60 ne fu decisa la demolizione, ma la mobilitazione di molti cittadini illustri fece sì che la stazione diventasse monumento nazionale. Nel ‘78, sotto la presidenza di Giscard d’Estaing, si decise infine di trasformarla in un museo. I lavori vennero affidati all’italiana Gae Aulenti che rese la vecchia stazione il meraviglioso edificio che conosciamo oggi. Il museo si articola su tre livelli. La navata centrale, dove un tempo c’erano i binari, è il corridoio principale su cui si aprono terrazze e passaggi.

 

© Riproduzione Riservata