In evidenza

5 scrittori di romanzi che hanno lavorato per il cinema

5 scrittori che hanno lavorato per il cinema

Molti scrittori hanno lavorato per il cinema, scrivendone le sceneggiature. Da Moby Dick a Via col vento, ecco gli autori-sceneggiatori……

MILANO – Hollywood è il posto giusto per gli scrittori che voglio fare qualche soldo in più. Perché? Perché  anche il cinema ha bisogno di scrittori e pare che chi scrive romanzi abbia talento anche per le pellicole. Ispirandoci a Literary Hub, ecco alcuni autori-sceneggiatori.

Aldous Huxley per “Alice nel  Paese delle Meraviglie”

Aldous Huxley, grande fan di Lewis Carroll, venne contattato da Walt Disney nel 1945 per occuparsi del copione dell’opera “Alice nel Paese delle Meraviglie” . Dopo averlo definito “troppo letterario”, Walt Disney pagò Huxley ma usò un altro copione, quello definitivo che tutti conosciamo che uscì nel 1951. Scrisse anche la sceneggiatura per la prima versione dei film “Orgoglio e pregiudizio” e “Jane Eyre”.

F. Scott Fitzgerald per “Via col vento”

Scott Fitzgerald lavorò duramente a Hollywood non riscuotendo grande successo. Infatti pare che si occupò della bozza della sceneggiatura di “Via col vento”  che però venne rifiutata.

Truman Capote per “ Il grande Gatsby”

Anche lo stesso Capote ottenne un rifiuto.  La sua bozza del copione de “Il Grande Gatsby” per la pellicola di Jack Clayton del 1974 non venne usata.  Un altro progetto di sceneggiatura affidato a Capote (con William Archibald) fu l’adattamento cinematografico de “Il giro di vite” di Henry James che uscì nel 1961 con il titolo “Suspense” (The innocents, in inglese) che si rivelò un successo tanto che Capote e Archibald vinsero l’anno seguente l’Edgar Award per la categoria “Best Motion Picture Screenplay”.

Ray Bradbury per “Moby Dick”

Ray Bradbury si occupò della sceneggiatura di “Moby Dick” di Melville per la pellicola del 1956 diretta da John Huston.  Lo scrittore racconterà che, essendo un grande fan del regista, quando quest’ultimo gli offrì il lavoro non poteva crederci. Lo stesso Bradbury parlerà di questa esperienza di scrittura del copione con Huston in Irlanda nel suo romanzo del 1992 “Verdi ombre, balena bianca”.

Nick Hornby per “Brooklyn”, “Wild” e “An Education”

Oltre alla sua carriera di scrittore, Nick Hornby si è occupato dei copioni degli adattamenti cinematografici dei libri “Brooklyn” di Colm Tóibín,  “Wild” di Cheryl  Strayed e  “An Education” basato sul racconto autobiografico della giornalista Lynn Barber, pubblicato sulla rivista Granta.

5 scrittori di romanzi che hanno lavorato per il cinema ultima modifica: 2018-08-05T09:06:08+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags