Arte

Van Gogh e la “donna sola”: l’amore contrastato per Sien

Immagine di Andreas Noßmann

“Come può esserci sulla terra una donna sola, abbandonata?” si chiedeva il celebre pittore Vincent Van Gogh…

MILANO – Van Gogh non ebbe molta fortuna con l’amore. Citando una sua farse possiamo comprendere la solitudine di cui soffrì per tutta la vita: “È come avere un gran fuoco nella propria anima e nessuno viene mai a scaldarvisi, e i passanti non scorgono che un po’ di fumo, in alto, fuori del camino e poi se ne vanno per la loro strada”.

Gli amori impossibili

Numerosi gli amori non corrisposti che ossessionarono l’artista fiammingo. A partire dalla ventenne figlia della padrona della casa londinese in cui lui alloggiava fino al disastro familiare il suo corteggiamento assillante nei confronti della cugina vedova passando per prostitute e modelle.  Fra tutte queste donne una viene ricordata maggiormente: Clasina Hoornik, “Cien”.

L’amore per Sien

Un giorno incontrò per strada una donna sofferente: il volto butterato dal vaiolo e affilato dalla fame nonostante fosse in stato interessante. Con lei la sua bambina che cui condivideva la vita di strada, la via della prostituzione. Van Gogh che aveva sempre avuto a cuore le sorti delle persone meno fortunati decise di prenderla con sé. I due iniziarono a convivere e il pittore si prese cura anche del neonato. La donna pazientemente posava per il genio fiammingo come dimostrano le numerose testimonianze artistiche.

 

sienne manifesto

.

La femme Seule

Nel disegno appare la frase in lingua francese: “Comment se fait-il qu’il y ait sur la terre une femme seule, délaissée?” cioè “Come può esserci sulla terra una donna sola, abbandonata?”. Una citazione dal libro La femme di Jules Michelet per denunciare il destino della sua Sien.

…non s’ha da fare

Dopo che il pittore fu ricoverato per aver contratto dall’amata la gonorrea la famiglia iniziò a contrastare maggiormente la relazione. Van Gogh intendeva sposare Sien ma non guadagnava nulla. I parenti erano disposti anche interdirlo prima di dare il beneplacito a un matrimonio del genere. La donna riprese a bere e a vendere se stessa fino alla vera e propria rottura con Vincent nel 1883. Sien si sarebbe suicidata nel 1904 gettandosi nel fiume Schelda.

Van Gogh e la “donna sola”: l’amore contrastato per Sien ultima modifica: 2018-03-30T09:00:12+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags