Sei qui: Home » Storie » Storia della donna ucraina che sfida in strada un soldato russo
il coraggio delle donne

Storia della donna ucraina che sfida in strada un soldato russo

Una donna ucraina è diventata simbolo della resistenza ed eroina dei social media per un filmato in cui la si vede che si rivolge a un soldato russo armato offrendogli semi di girasole.

C’è una donna ucraina che a Kiev sta combattendo per la pace con i suoi semi di girasole e non ha paura dei soldati russi. Gli si avvicina e li dona loro in cambio di fucili spenti e di redenzione, per chi in queste ore sta barbaramente invadendo la sua terra. Perché meditino che un mondo migliore senza violenza ci possa essere sempre e vinca su ogni atroce assurdità. Si rivolge agli invasori e dice ad ogni soldato che incontra:

“Mettiti dei semi di girasole nelle tasche così che quando sarai sotto terra cresceranno”.

Non penso sia possibile escludere dalle responsabilità di questo conflitto l’occidente che non ha saputo assolutamente mediare e ha lasciato che la follia della guerra arrivasse in questa regione d’Europa. Abbiamo sbagliato tutti e ora assistiamo a ciò che non dovrebbe mai accadere in una società che pensa di essere evoluta e civile. Bambini, donne e uomini ucraini lasciati al loro destino. Fuggire o combattere, resistendo fino alla fine sapendo che il tuo avversario prima o poi può finirti perché più forte.

 

La donna ucraina e il coraggio delle donne di Kiev

E quanto coraggio stanno dimostrando le donne ucraine che resistono, e proprio in questo scenario, la forza d’animo di questa anziana mi ha colpito molto, l’intensità della sua lotta e la forza delle sue parole, armi potentissime che stanno mettendo in difficoltà i soldati, pronunciate senza temere di essere uccisa. Perché non ha più nulla da perdere questa signora, eccetto che la sua dignità di persona nata libera e che vuole restare libera e che ha in cuore di insegnare a chi imbraccia un fucile che non è forte quanto chi vive di sentimenti d’amicizia come i suoi. Le parole più forti di ogni proiettile e i semi densi della loro speranza per una nuova rinascita.

Chi può faccia qualcosa è il nostro appello per porre fine a questa angosciante situazione, e parafrasando Gianni Rodari, che la luna di Kiev torni bella come la luna di Roma, e illumini, berretto da notte tutte le nostre teste in pace!

Carlo Picca

Potrebbe interessarti anche:
Eurovision Song Contest, vince l’Ucraina con la Kalush Orchestra
Eurovision Song Contest, vince l'Ucraina con la Kalush Orchestra

L'Ucraina ha vinto l'Eurovision Song Contest 2022. La Kalush Orchestra, che era in gara con il brano "Stefania", ha trionfato con 631 voti, 192 ricevuti dalle giurie dei diversi paesi e ben 439 tramite il televoto

L’Eurovision e il successo della Band Ucraina Kalush Orchestra
COVER LIBRERIAMO 2

È iniziata, con grande clamore, la maratona del festival musicale europeo più importante: L’Eurovision Song Contest. I favoriti? Ad oggi, tutti parlano del gruppo Ucraino “Kalush Orchestra”. Conosciamoli meglio.

5 libri usciti di recente che raccontano la guerra in Ucraina
5 libri usciti di recente che raccontano la guerra in Ucraina

La guerra in Ucraina è il risultato di anni di tentativi diplomatici ed escalation. Ecco 5 libri che aiutano a comprendere cosa stia accadendo e come si sia arrivati fino a questo punto.

La luna di Kiev, la poesia di Rodari rivive in un libro illustrato e solidale
La luna di Kiev, la poesia di Rodari rivive in un libro illustrato e solidale

“La luna di Kiev”, il libro illustrato edito da Einaudi Ragazzi è in vetta alle classifiche dal giorno in cui è uscito. Scopriamo qualcosa di più su questo fenomeno editoriale.

“Notizia”, il dolore della distruzione come in guerra nella poesia di Roberto Roversi
“Notizia”, il dolore della distruzione come in guerra nella poesia di Roberto Roversi

Oggi è il 50esimo giorno dall’inizio della guerra in Ucraina. Il dolore devastante di chi ha visto i propri cari morire e le proprie case cadere ci fa chiedere a gran voce la pace. Ecco perché oggi vi proponiamo “Notizia”, una struggente poesia dello scrittore Roberto Roversi.

Animals, gli animali nei teatri di guerra fotografati da Steve McCurry
Animals, gli animali nei teatri di guerra fotografati da Steve McCurry

Le immagini di guerra al centro di ANIMALS, visitabile fino al 1 maggio alla Palazzina di Caccia di Stupinigi, ripercorrono un altro conflitto, quello nell’area del Golfo, da cui McCurry torna con alcune delle immagini più celebri dei suoi reportage

© Riproduzione Riservata