Sei qui: Home » Storie » Caterina da Cremona, storia della misteriosa donna musa di Leonardo
Caterina da Cremona

Caterina da Cremona, storia della misteriosa donna musa di Leonardo

Nella fiction "Leonardo" di Rai 1, compare la figura femminile di Caterina da Cremona. Ma è davvero esistita? Quale è la sua storia?

Caterina da Cremona, nella nuova serie tv “Leonardo” è interpretata da Matilda de Angelis. Un personaggio intrigante, affascinante, che sta facendo appassionare diversi spettatori. Ma è esistita davvero? Barbara Frale, la storica scrittrice del romanzo “Leonardo. Il mistero del genio” ha dato delle risposte, spiegando su quali basi storiche si basa il personaggio.

Matilda De Angelis è Caterina da Cremona

Caterina da Cremona era una vera cortigiana, anzi, una donna da conio (nel linguaggio dell’epoca). Era una donna emancipata, libera, intraprendete, così come Matilda de Angelis l’ha interpretata. Il nome di Caterina da Cremona, comprare in diversi scritti, lettere di Leonardo (ma anche di altri artisti) e insieme al suo nome c’è sempre una cifra in denaro. Sarà il pagamento di qualche notte di passione? Probabile.  

Donne speciali

La ragazza, nella serie è il primo amore di Leonardo, un amore platonico che divento una solida e tenera amicizia. I due insieme crescono, si sostengono, oltre ad essere la sua musa, Caterina è anche un’ancora di salvezza per Leonardo, che lo accompagna nel suo percorso artistico. L’immagine di una donna dolce come quella della serie, ci stupisce un po’ perché ci immagineremmo donne del genere, come donne sconce, donnacce.

Ma nel rinascimento queste cortigiane, come sicuramente era Caterina da Cremona, erano delle vere e proprio “dee”. Un po’ geishe nel senso positivo del termine: acculturate, eleganti e femminili e indipendenti. Sapevano suonare, cantare, danzare in modo ammaliante, recitare poesie. Erano artiste, prima ancora che professioniste del piacere. Per queste sue caratteristiche, Leonardo ha riversato in lei tutta la ispirazione. 

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti
Precedente

I libri in uscita e le migliori novità nel mese di Aprile 2021

Leonardo, il giudizio dei critici d’arte Sgarbi e Nannipieri sulla fiction

Successivo