Sei qui: Home » Storie » Curiosità » Buon compleanno Google, storia e curiosità del motore di ricerca più usato

Buon compleanno Google, storia e curiosità del motore di ricerca più usato

Il 27 settembre del 1998 nasceva ufficialmente quello che sarebbe diventato il più importante motore di ricerca a mondo: Google. Scopriamo le principali tappe legate a questo traguardo

Il 27 settembre del 1998 nasceva ufficialmente quello che sarebbe diventato il più importante motore di ricerca a mondo: Google. Il motore di ricerca festeggia il prestigioso anniversario con un doodle dedicato

Google è molto di più di un semplice motore di ricerca: per alcuni rappresenta la vera essenza di Internet, ciò che prima dell’era del web erano le enciclopedie di casa. La popolarità di Google è talmente grande che sono passati pochissimi anni dalla sua nascita che nella lingua inglese è nato il verbo “to google”, tradotto poi in italiano in “googlare”.

Come nasce la parola Google

La parola “Google” deriva da googol, termine che si riferisce a un numero rappresentato da 1 seguito da 100 zeri; il termine fu coniato nel 1938 da Milton Sirotta, nipote allora minorenne del matematico americano Edward Kasner. L’uso della parola riflette proprio la volontà della società Google, di organizzare l’immensa quantità di informazioni che su Internet è disponibile.

Il motore di ricerca Google nasce ufficialmente il 27 settembre 1998 (la società viene invece fondata il giorno 4 settembre): padri della creatura che avrebbe rivoluzionato il World Wide Web sono Larry Page e Sergey Brin. I due ragazzi sono ancora degli studenti presso l’Università di Stanford quando sviluppano la teoria secondo cui un motore di ricerca basato sull’analisi matematica delle relazioni tra siti web avrebbe prodotto risultati migliori rispetto alle tecniche empiriche usate fino a quel momento.

Nel gennaio del 1996, Larry e Sergey iniziano a collaborare alla costruzione di “BackRub”, progetto universitario di un motore di ricerca con cui analizzano i link che puntano a un sito. I fondi dell’università di Stanford sembravano però non essere sufficienti a sovvenzionare tale progetto. Larry e Sergey lavorano per tutta la prima metà del 1998 perfezionando la loro tecnologia. Comprano hard disk vari a prezzi stracciati e costruiscono il loro computer nella camera di Larry (che può quindi essere considerato il primo data center di Google).

I primi passi

Google Inc. apre in un garage a Menlo Park, California. Già in questo periodo google.com, in fase beta, risponde a 10.000 interrogazioni al giorno. La stampa inizia a notare questo motore con risultati davvero rilevanti: articoli molto positivi cominciano ad apparire su “Usa Today” e “Le Monde”. A Dicembre “PC Magazine”, nomina Google uno dei 100 principali Siti e Motori di Ricerca del 1998.

Il sito-motore che in quanto a semplicità ha fatto scuola cresce in fretta: nel febbraio del 1999 gli angusti spazi di Menlo Park cedono il passo a favore di un ufficio sulla University Avenue di Palo Alto. Google conta ora 8 impiegati e 500.000 interrogazioni al giorno. Come ci si aspetta in questi casi anche l’interesse verso la compagnia cresce. Tolta la scritta “beta” il 21 settembre 1999, la società era diventata talmente grande che richiedeva ancora una volta una nuova sede. Il quartier generale della società diventa Mountain View in California, nel cosiddetto “Googleplex”.

Alla fine del 2000 Google risponde a 100 milioni di interrogazioni al giorno; arriva il momento di cercare nuovi modi per dare accesso ai propri contenuti dove e quando gli utenti lo vogliano.

I servizi di Google

La strategia d’espansione dell’azienda si è evoluta verso altri ambiti; non soffermandosi alla sola catalogazione del web, ha prodotto (o comprato aziende già esistenti che producevano) servizi di varia natura, dalla gestione della posta elettronica (GMail) ai video (YouTube, acquisito nel 2006) fino a un nuovo modo di fare pubblicità (AdSense con AdWords) che permette di mostrare su un sito annunci pubblicitari pertinenti ai contenuti del sito stesso.

Ma Google ha contribuito molto anche in ambito culturale: da Google Books a Google Arts, sono diversi i servizi messi a disposizione per consultare libri o visitare virtualmente gallerie d’arte e musei.

Il motore di ricerca più grande al mondo

Ogni giorno, si legge sul blog di Google, “ci sono miliardi di ricerche su Google in più di 150 lingue in tutto il mondo, e mentre molto è cambiato dai primi giorni di Google, dal suo primo server ospitato in un armadio costruito con blocchi giocattolo ai suoi server ora ospitati in più di 20 data center in tutto il mondo, la sua missione di rendere le informazioni del mondo accessibili a tutti rimane la stessa.”

© Riproduzione Riservata