Sei qui: Home » Storie » Curiosità » Bloomsday, perché oggi in tutto il mondo si celebra James Joyce
Bloomsday 2021

Bloomsday, perché oggi in tutto il mondo si celebra James Joyce

Il Bloomsday è la commemorazione annuale che si tiene a Dublino – e non solo – per celebrare lo scrittore irlandese James Joyce

Il Bloomsday è la commemorazione annuale che si tiene a Dublino – e non solo – per celebrare lo scrittore irlandese James Joyce. Si tiene ogni 16 giugno in onore del suo romanzo più celebre, “Ulysses”, che racconta le storie di vita di differenti protagonisti che prendono vita proprio il 16 giugno 1904, a Dublino. Il suo nome deriva ovviamente dal cognome del protagonista del romanzo, Leopold Bloom. La sua prima edizione si svolse nel 1950 in occasione del trentennale della pubblicazione del romanzo, ad opera di alcuni scrittori che decisero di celebrare l’autore ripercorrendo le peregrinazioni di Leopold nel sua città.

Il 16 giugno 1904

Senza alcun dubbio, il tratto della storia più interessante e celebre del romanzo è quello raccontato in flusso di coscienza da Leopold Bloom. Leopold procaccia pubblicità per un giornale e vive con la moglie Molly. Questa è sicuramente una sorta di parodia della Penelope dell’Odissea, con l’unica differenza che, mentre la consorte di Ulisse lo attende per vent’anni restandogli fedele, Molly, invece, ha una relazione extraconiugale di cui Leopold, tra l’altro, è anche a conoscenza.

Il 16 giugno oggi

Dublino, New York, Pola, Melbourne, Shanghai, Mosca, Parigi, Londra, Montreal, Sao Paulo, San Francisco e almeno un altro centinaio di altri centri grandi e piccoli nel mondo, compresa Trieste – città che, tra l’altro, Joyce nominò sua seconda patria – si celebrerà il Bloomsday. Ma in quest’anno fatto di pandemia e restrizioni, molti degli eventi commemorativi si spostano sul web e diventano virtuali. Fra questi anche il celebre Bloomsday di Genova. 

Bloomsday a Genova

Per il sedicesimo anno consecutivo il 16 giugno 2021 Genova festeggia Bloomsday, il giorno dell’Ulisse di James Joyce, con una lettura quasi integrale del romanzo dall’alba a notte fonda. Come negli anni precedenti, ciascun episodio è affidato a un gruppo di volontari ed è letto in un luogo attinente alla vicenda rappresentata (casa, strada, pub, cimitero, biblioteca, giornale, ristorante…).

In questa edizione 2021 si adotterà un sistema misto: buona parte delle letture avverranno in presenza come da programma, altre saranno disponibili in streaming sul sito del Festival Internazionale di Poesia e a questo link. Si potrà seguire via web tutti diciotto gli episodi, alcuni riproposti dall’edizione 2020, altri realizzati ex novo.

Quindi nel 2021 si rinnoverà l’esperienza che distingue il Bloomsday Genova da tutte le altre celebrazioni delle memorabili peregrinazioni fisiche e psichiche di Leopold e Molly Bloom e Stephen Dedalus il 16 giugno 1904. Dalle 9 del mattino alle 21 e oltre chi passerà per Strada Nuova e dintorni si imbatterà in decine di volontari impegnati nella lettura del libro che più di ogni altro ha rappresentato nel Novecento l’umanità di tutti i tempi e paesi.

© Riproduzione Riservata