La meraviglia nei tuoi occhi – Racconto di Pina Formisano

E’ caldo, l’aria è tersa, il mare brilla al sole ed è calmo, limpido, trasparente. La spiaggia è ampia e c’è posto per tutti, siamo in tanti, i bimbi giocano e si spruzzano con l’acqua
La meraviglia nei tuoi occhi - Racconto di Pina Formisano

E’ caldo, l’aria è tersa, il mare brilla al sole ed è calmo, limpido, trasparente.
La spiaggia è ampia e c’è posto per tutti, siamo in tanti, i bimbi giocano e si spruzzano con l’acqua. Voi giocate con la sabbia, vi schizzate con l’acqua ma tu piccolo fiore ti distingui, anche se hai già nove anni vedi il mare per la prima volta.
I tuoi compagni vengono al mare da sempre, dalla nascita e sono abituati alla sabbia, alle onde, al freddo dell’acqua del mare che si avverte quando ci si bagna la prima volta.
Tu che sei arrivata da lontano come ospite in casa nostra e ora ci rimarrai per sempre, oggi vedi il mare per la prima volta e fai commuovere tutti, saltelli, entri con i piedini nel mare, sei allegra, ridi e ti diverti, torni indietro da noi ma la sabbia ti rimane attaccata alle caviglie, la scrolli, torni in acqua per lavarti, ritorni sulla sabbia e ricominci.
Quanto ci hai fatto ridere! E quanto ci hai fatto commuovere!
Ti accosti a noi, i tuoi occhi esprimono gioia e meraviglia ed esclami – “Mamma, papà è bellissimo! Facciamo il bagno insieme!” – e sei corsa in acqua, ti sei lanciata e non so come hai cominciato a nuotare.
Una forza della natura, grazie piccolo tesoro, ci hai donato la vita!

 

Pina Formisano

 

 

 

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti