Andrea Camilleri ricoverato per arresto cardiaco

Lo scrittore Andrea Camilleri è stato ricoverato questa mattina all'Ospedale Santo Spirito di Roma per arresto cardiaco
Andrea Camilleri ricoverato per arresto cardiaco

MILANO – Andrea Camilleri è stato ricoverato questa mattina per arresto cardiaco all’Ospedale Santo Spirito di Roma. Dalle primissime informazioni trapelate, lo scrittore siciliano novantatreenne è stato rianimato appena arrivato in ospedale.

In rianimazione

Il bollettino medico delle 17 non promette bene: Andrea Camilleri versa infatti «in condizioni critiche, ed è in prognosi riservata ricoverato in rianimazione». Così riporta Roberto Ricci, direttore del reparto di cardiologia del Santo Spirito di Roma. «Il paziente – ha spiegato Ricci – è stato immediatamente sottoposto a manovre di rianimazione cardiorespiratorie, al termine delle quali è stata ripristinata l’attività cardiorespiratoria. Attualmente è ricoverato in rianimazione con supporto respiratorio meccanico e supporto farmacologico. Sono in corso ulteriori accertamenti per proseguire l’iter diagnostico e terapeutico».

Lo scrittore è stato portato d’urgenza in ospedale questa mattina, in seguito a una crisi cardiaca. Solo venti giorni fa si era rotto il femore in seguito a una caduta in casa.

Camilleri, scrittore e attore

Andrea Camilleri è uno degli scrittori italiani contemporanei più affermati. La celeberrima serie investigativa dedicata al commissario Montalbano continua ad appassionare i lettori nostrani, grazie anche all’azzeccata trasposizione televisiva di produzione Rai. Nell’ultimo periodo Camilleri si sta dedicando anche al teatro: ha esordito l’anno scorso con Conversazione con Tiresia, nel quale ha interpretato l’indovino cieco della mitologia greca, e si accinge – condizioni di salute permettendo – ad interpretare Caino il 15 luglio alle Terme di Caracalla, a Roma.

© Riproduzione Riservata