LIBRI - Pagine social ''da leggere''

Stefania Mangiardi (Cose da lettori), ”Non esiste modo migliore per promuovere la lettura se non parlare di libri”

Il modo migliore per promuovere la lettura? Trasmettere l'amore per le storie attraverso i mezzi che il web ci offre: immagini, parole e dibattiti. Parola di Stefania Mangiardi...

MILANO – Il modo migliore per promuovere la lettura? Trasmettere l’amore per le storie attraverso i mezzi che il web ci offre: immagini, parole e dibattiti. Parola di Stefania Mangiardi, amministratrice della pagina Cose da lettori e responsabile del blog La ragazza che annusava i libri.

In che modo coinvolgi i fan della tua pagina e promuovi la lettura?

Premetto che non è la classica pagina Facebook nella quale ogni giorno vengono pubblicati decine di post al fine di mantenere alta l’attenzione dei fan. Cose da lettori è una grande famiglia, dove tutti gli appassionati di libri e lettura, sentendosi a casa, hanno deciso di fermarsi. I fan di Cose da lettori sono da sempre molto partecipi, condividono emozioni e pensieri scaturiti dalle letture, suggeriscono titoli che li hanno particolarmente colpiti, scambiano pareri e consigli sulle letture in corso. Credo che non esista modo migliore per promuovere la lettura se non parlare di libri, trasmettere l’amore per le storie attraverso i mezzi che il web ci offre: immagini, parole e dibattiti.

 

Quali sono le ultime iniziative che hai lanciato?

Nell’ultimo anno c’è stata una grossa rivoluzione sulla pagina. E’ nato il mio blog: La ragazza che annusava i libri, e i lettori sono stati coinvolti in questa nuova avventura. Il blog ha riversato sulla pagina tante nuove iniziative, appuntamenti settimanali con le recensioni, uno spazio riservato alle citazioni letterarie e rubriche dedicate all’universo dei lettori. In particolare la rubrica del venerdì, ‘Top Five: in the world of books’, nella quale viene stilata una classifica di cinque elementi appartenenti al mondo di cui i libri e i lettori fanno parte, ha riscosso una grande e inaspettata partecipazione.

 

Si avvicina il Natale, un periodo dove si concentrano le uscite di molti libri. Stai pensando ad iniziative particolari da rilanciare all’interno della tua pagina?

Il Natale è sempre tempo di bilanci e per un lettore i bilanci hanno sempre a che fare con le letture portate a termine durante l’anno e con i tanti libri che si hanno ancora intenzione di leggere. A dicembre partirà l’iniziativa del Barattolo del sorriso, un contenitore da personalizzare, nel quale raccogliere durante il corso dell’anno, sotto forma di bigliettini, tutti i titoli dei libri letti così da incrementare la voglia di leggere e da stimolare il desiderio di superarsi. Sarà poi dedicato ampio spazio alle novità editoriali, anche grazie alla recente collaborazione del blog con importanti Case Editrici.

 

Nonostante i dati dicano che in Italia si legge sempre meno, negli ultimi tempi assistiamo alla nascita di sempre più pagine legate ai libri ed alla cultura. Come te lo spieghi?

Credo che l’incremento di pagine, blog, siti dedicati all’universo letterario sia una diretta conseguenza dei dati allarmanti sopra citati. Credo che un lettore, di fronte a una crisi culturale così profonda, si senta in dovere di dare un contributo, seppur marginale, alla promozione e alla diffusione della lettura. Discorso a parte per le pagine e i blog privi di reali contenuti, non supportati da una passione autentica per i libri e la cultura; in tal caso per mia esperienza personale ho avuto modo di constatare che questi spazi non godono di vita lunga e si rivelano ben presto delle meteore nel vasto cielo virtuale.

 

21 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione Riservata
Commenti