La più bella storia d'amore del mondo

Si può trovare l’amore in uno studio televisivo? La risposta in un libro

L'autore Massimo Incerpi ci anticipa i temi legati alla storia d'amore tra Azzurra ed Omar, protagonisti del libro "La più bella storia d'amore del mondo"
Si può trovare l’amore in uno studio televisivo? La risposta in un libro

MILANO – Si può trovare l’amore in uno studio televisivo? Nell’era dei reality televisivi e dei “grandi fratelli”, a rispondere a questa domanda ci ha provato Massimo Incerpi, marketing manager e direttore di una web agency che si occupa di lifestyle content, all’interno del libro “La più bella storia d’amore del mondo“. Fondatore di Booksnews, la prima pagina Instagram italiana dedicata ai libri, in questa intervista Massimo Incerpi ci anticipa i temi legati alla storia d’amore tra Azzurra ed Omar, protagonisti del suo libro.

 

Come nasce l’idea di questo tuo libro?

Dal desiderio di scrivere una storia romance contemporanea che riprendesse i modelli televisivi di dating show o di people show. I ragazzi oggi seguono molto questo tipo di trasmissioni Tv e spesso si identificano con i personaggi, si innamorano e sognano ancora, per fortuna!

 

Cosa ha di diverso e particolare questa storia rispetto ad altre storie d’amore?

La contemporaneità, intesa come vita di tutti i giorni, mood, desiderio di immedesimarsi. Nel libro parlo di una storia d’amore che nasce in Tv, quindi di un fatto noto, di cose che succedono nella realtà, di come le telecamera, oggi, siano in grado di riprendere e di concretizzare il colpo di fulmine.

 

Come è cambiato il corteggiamento e l’innamoramento negli ultimi anni, tra reality, whatsapp e social network?

E’ cambiato. Ci si innamora in Tv, sui social, con un sms o con un whatsapp. Nel libro i personaggi sono giovani ragazzi di oggi che vivono l’amore con la dovuta prudenza di fronte ad un sentimento così importante ma anche con la velocità che gli strumenti tecnologici mettono loro a disposizione. Credo che ci si possa innamorare in Tv, o grazie ad un social network e credo che, con intelligenza e serietà, si possa davvero trovare l’uomo o la donna che fa

 

Domanda finale inevitabile: si può trovare l’amore in uno studio televisivo?

Sì, certo che si. Lo studio televisivo amplifica il sentimento. Le telecamere, alla fine, passano in secondo piano. Ci si conosce, ci si studia, il colpo di fulmine c’è, l’alchimia tra due persone non solo può bucare lo schermo ma anche essere l’anticamera dell’empatia, quella che unisce due persone e che fa nascere l’amore. Se poi son rose…

 

© Riproduzione Riservata
Commenti