Luigi Pirandello, le frasi e gli aforismi più celebri del drammaturgo

Luigi Pirandello è uno dei più grandi scrittori e drammaturghi del Novecento. Lo ricordiamo con i suoi aforismi più celebri
Luigi Pirandello, le frasi e gli aforismi più celebri del drammaturgo

MILANO – Il 28 giugno 1867 nasceva ad Agrigento Luigi Pirandello, grande drammaturgo, scrittore e poeta italiano, insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1934. Tante le sue opere entrate nella storia. Tra i romanzi, impossibile non ricordare ”Il fu Mattia Pascal” e ”Uno, nessuno e centomila”. Per celebrare questa importante data abbiamo raccolto i 10 aforismi più celebri di Luigi Pirandello.

LEGGI ANCHE: Pirandello mai visto, le lettere inedite sulla storia d’amore con Marta Abba

 

Chi vive, quando vive, non si vede: vive. Se uno può vedere la propria vita, è segno che non la sta vivendo più: la subisce, la trascina.

 

Gli occhi sono lo specchio dell’anima… cela i tuoi se non vuoi che ne scopra i segreti.

 

Non ci fermiamo alle apparenze, ciò che inizialmente ci faceva ridere adesso ci farà tutt’al più sorridere.

 

“Basta che lei si metta a gridare in faccia a tutti la verità. Nessuno ci crede, e tutti la prendono per pazza!”

 

La vita o si vive o si scrive, io non l’ho mai vissuta, se non scrivendola.

 

Il piacere che un oggetto ci procura non si trova nell’oggetto per se medesimo. La fantasia lo abbellisce cingendolo e quasi irraggiandolo d’immagini care. Nell’oggetto insomma amiamo quel che vi mettiamo di noi.

 

È meglio avere dubbi che false certezze.

 

Quando una donna dice di tacere per pietà, ha già ingannato.

 

Davanti agli occhi di una bestia, crolla come un castello di carte qualunque sistema filosofico.

 

Imparerai a tue spese che lungo il tuo cammino incontrerai ogni giorno milioni di maschere e pochissimi volti.

 

La lealtà è un debito, e il più sacro, verso noi stessi, anche prima che verso gli altri. Tradire è orribile.

 

Notiamo facilmente i difetti altrui e non ci accorgiamo dei nostri.

 

Nulla è più complicato della sincerità.

 

“È molto più facile essere un eroe che un galantuomo. Eroi si può essere una volta tanto; galantuomini, si dev’esser sempre.”

© Riproduzione Riservata