Sei qui: Home » Libri » L’amore vero esiste? La ricerca dell’anima gemella nell’ultimo libro di Pif

L’amore vero esiste? La ricerca dell’anima gemella nell’ultimo libro di Pif

"La disperata ricerca d'amore di un povero idiota" è l'ultimo libro di Pif, un'opera fresca e toccante con cui l'autore palermitano ci fa viaggiare attraverso gli occhi di Arturo, un quarantenne in cerca di amore.

Con “La disperata ricerca d’amore di un povero idiota“, Pif è uscito in libreria lo scorso 8 novembre. Il secondo romanzo dell’autore palermitano è incentrato, come si comprende già dal titolo, sul tema dell’amore, che qui è coniugato ad una modalità picaresca che si addice perfettamente allo stile di Pif.

L’amore vero esiste?

Ne “La disperata ricerca d’amore di un povero idiota” Pif si interroga, aiutandosi con il suo alter ego Arturo e l’iconico tratto ironico e un po’ disincantato, sul ruolo dell’amore nella nostra vita, che spesso è talmente frenetica da farci dimenticare l’importanza della vera condivisione. Troppo concentrati sulla dimensione virtuale e sull’apparire, siamo ormai poco abituati ai legami autentici e ai rapporti che si nutrono di realtà. E allora, sembra naturale chiedersi: è possibile amare oggi? L’amore vero esiste ancora? È mai esistito?

In cerca dell’anima gemella

Su questa domanda si innesta il nuovo romanzo di Pif. Arturo è un quarantenne che si sente profondamente diverso rispetto ai suoi coetanei: tutti sposati, conviventi o già divorziati con figli. Arturo è single, non incontra l’amore da parecchio tempo e, nonostante pensi che non gli servisse una compagna per essere felice, in realtà, guardare i suoi amici e conoscenti in coppia fa barcollare le sue certezze.

La surreale e picaresca avventura raccontata da Pif nel suo libro è una vera e propria ricerca dell’anima gemella. Arturo, seppur un po’ incredulo, si lascia convincere da un amico e comincia il suo giro del mondo alla scoperta delle anime gemelle. Se avete voglia di leggere qualcosa di fresco, scorrevole e soprattutto che infonda gioia e speranza, “La disperata ricerca d’amore di un povero idiota” è il romanzo che fa per voi.

La sinossi

“L’amore non è una formula matematica, non ci si può innamorare facendo dei calcoli.” Almeno questo è quello che pensa Arturo fino a quando rivede un vecchio compagno di classe, l’irritante Gianfranco Zamboni – ora ingegnere informatico. Dopo anni di lavoro a testa bassa, Arturo si è appena reso conto che amici e colleghi nel frattempo si sono sposati o convivono, molti hanno messo al mondo dei bambini e alcuni si sono già separati. Alle soglie dei quarant’anni, è ora di pensare a quel futuro che non ha mai avuto il coraggio di affrontare. Ma come si trova l’anima gemella, la persona che si è proprio sicuri sia quella giusta?

L’incontro con il vecchio compagno di scuola sembra un appuntamento con il destino, perché Zamboni è a capo di un progetto sperimentale: una app finalmente efficace nel rilevare l’affinità fra persone. E siccome Arturo è un citazionista accanito, facendo sua la massima di Mae West “Tra due mali, scelgo sempre quello che non ho mai provato prima”, si butta nella sperimentazione.

Mentre sembra stia nascendo una simpatia con Olivia, la ragazza dal sorriso raggiante che lavora nella mensa aziendale, l’app gli rivela che ha sette anime gemelle sparse per l’Italia e per il mondo. Nonostante il parere contrario dell’amico Carlo, inguaribile romantico, che lo spinge a uscire con Olivia, Arturo inizia il suo viaggio carico di speranza – ma anche di goffaggine e tanti dubbi. Da Siena alla Svezia, da Dubai alla Groenlandia, scoprirà molto su di sé, sui rapporti di coppia a ogni latitudine, e su cosa sia davvero un’anima gemella.

Pif torna al romanzo con la sua voce inconfondibile e lo sguardo intelligente e critico, eppure sempre pieno di tenerezza, sulle contraddizioni del nostro presente, sulle fragilità fra il tramonto delle vecchie certezze e i falsi miti di nuove verità. Un romanzo picaresco ed esilarante sull’amore.

© Riproduzione Riservata

Lascia un commento