Sei qui: Home » Libri » I libri in uscita e le migliori novità nel mese di Maggio 2021
Nuove uscite

I libri in uscita e le migliori novità nel mese di Maggio 2021

Da Alberto Angela a Mattew McConaughey, ecco le migliori novità e i libri in uscita in libreria nel mese di Maggio 2021.

Con il mese di maggio, sono diversi i libri in uscita e le novità editoriali che attendono i lettori. Ecco i libri in uscita di questo nuovo mese che porta con sé un’aria diversa grazie alle nuove riaperture e alla speranza di un graduale ritorno alla normalità.

I libri in uscita

Il mese di maggio propone una vasta proposta di nuove uscite in libreria, da Alberto Angela con il secondo capitolo della “Trilogia di Nerone” a Mattew McConaughey con “Green Lights. L’arte di correre in discesa”, di seguito vi proponiamo i dieci migliori titoli in uscita questo mese.

Alberto Angela – “L’inferno su Roma. Il grande incendio che distrusse la città di Nerone. La trilogia di Nerone (Vol. 2)

Tra i più attesi libri in uscita c’è il secondo volume della “Trilogia di Nerone”. Nell’arco di nove lunghissimi giorni, avanza per le strade, si infila in ogni vicolo, distrugge case, edifici e botteghe, ferisce e uccide moltissime persone. Tutti i vigiles della città – compresi Vindex e Saturninus, che abbiamo seguito nel primo volume della Trilogia di Nerone durante la loro ronda di addestramento – entrano in azione e mettono in campo ogni mezzo disponibile per arginare le fiamme, ma la situazione è gravissima, peggiora di ora in ora e il fuoco non dà tregua. In una corsa contro il tempo e contro le forze della natura  quegli uomini eroici ingaggeranno una lotta all’ultimo respiro per salvare la città.

Kazuo Ishiguro – “Klara e il Sole

Seduta in vetrina sotto i raggi gentili del Sole, Klara osserva il mondo di fuori e aspetta di essere acquistata e portata a casa. Promette di dedicare tutti i suoi straordinari talenti di androide B2 al piccolo amico che la sceglierà. Gli terrà compagnia, lo proteggerà dalla malattia e dalla tristezza, e affronterà per lui l’insidia più grande: imparare tutte le mille stanze del suo cuore umano.

Matthew McConaughey – “Greenlights. L’arte di correre in discesa

“Sono in questa vita da cinquant’anni, ne scruto l’enigma da quarantadue, e da trentacinque tengo un diario pieno di idee su come risolverlo. Appunti su successi e fallimenti, gioie e dolori, cose che mi hanno stupito o che mi hanno fatto ridere di cuore. Appunti su come essere sereno. Come stressarmi di meno. Come godermela. Come fare meno male agli altri. Come fare meno male a me stesso. Come diventare un brav’uomo. Come dare un significato alla mia vita. Come essere più io. Solo di recente ho trovato il coraggio di riprendere in mano i miei diari”

Dolly Alderton – “Tutto quello che so sull’amore

Diventare grandi è il viaggio della vita, e quello di Dolly Alderton è stato un giro vorticoso sulle montagne russe. Stazione di partenza, uno scialbo sobborgo londinese dove Dolly, nei primi anni del nuovo millennio, è un’adolescente che passa le giornate su Messenger, smaterializzata in uno spazio parallelo di relazioni simulate, o a fantasticare su ragazzi e feste e soprattutto fughe insieme alla sua migliore amica Farly.

 

Stefania Auci – “L’inverno dei Leoni. La saga dei Florio

Hanno vinto, i Florio, i Leoni di Sicilia. Lontani sono i tempi della misera putìa al centro di Palermo, dei sacchi di spezie, di Paolo e di Ignazio, arrivati lì per sfuggire alla miseria, ricchi solo di determinazione. Adesso hanno palazzi e fabbriche, navi e tonnare, sete e gioielli. Adesso tutta la città li ammira, li onora e li teme. E il giovane Ignazio non teme nessuno. Il destino di Casa Florio è stato il suo destino fin dalla nascita, gli scorre nelle vene, lo spinge ad andare oltre la Sicilia, verso Roma e gli intrighi della politica, verso l’Europa e le sue corti, verso il dominio navale del Mediterraneo. Uno dei più attesi libri in uscita di quest’anno.

Vito Mancuso – “A proposito del senso della vita

Sappiamo alla perfezione cosa vogliamo avere – ricchezza, piacere, potere – ma non sappiamo più chi vogliamo essere. Nella grave crisi in cui siamo immersi, necessitiamo continuamente di avversari per definire le nostre identità, e spesso ci scopriamo nemici addirittura di noi stessi, in una sorta di permanente guerra interiore. La filosofia di Vito Mancuso è un’àncora preziosa in questi tempi difficili.

Li Yiyun – “Dove svaniscono le ragioni

Uno tra i più profondi libri in uscita di questo mese. Yiyun Li racconta un dolore indicibile che non conosce parole esatte: la perdita di un figlio. La protagonista affronta l’accaduto con tutto il dolore ma anche con l’intimità e la fierezza del suo ruolo di madre. E lo fa immaginando una conversazione con il fantasma, proprio perché ricreare il figlio attraverso le parole è il solo modo di tenerlo in vita.

Stefano Jacini – “La dama di Rue de Vaugirard

Gli amori e i matrimoni di un’elegante e furba signora s’intrecciano in un vortice narrativo, incurante degli sbalzi temporali, con gli anni francesi di Gioachino Rossini e la scoperta di una sua lettera a un’amante molesta. Tutto accade o viene evocato a Parigi, a un passo dai Giardini del Lussemburgo, dove l’autorevole proprietaria di una crêperie è depositaria dei pettegolezzi e delle memorie storiche del quartiere, un tempo dominio dei Tre Moschettieri, oggi frequentato da un aspirante scrittore, un portinaio impiccione, una deliziosa storica dell’arte dai capelli ramati e un perdigiorno convinto che le anime dei defunti finiscano di morire dentro i vivi.

Simone Cristicchi – “HappyNext. Alla ricerca della felicità

Felicità: cosa significa davvero? In cosa risiede? Da sempre il genere umano concentra i suoi sforzi per afferrarla, per coglierla tanto nel fascino delle grandi idee quando nella meraviglia delle piccole cose. Eppure, raramente si può dire di esserci riusciti. In questo libro – parte di un progetto più ampio, che comprende anche uno spettacolo teatrale dal titolo omonimo e un film documentario di Andrea Cocchi – si sceglie di provare a spiegare cosa la felicità rappresenti, al riparo da facili entusiasmi e conclusioni affrettate. Uno dei migliori libri in uscita che è anche spettacolo teatrale.

Carmen Llera Moravia – “Diario dell’assenza

Il diario di una giovane donna che da un’estate all’altra confida alla pagina scritta il suo disagio esistenziale. Prigioniera in una Roma soffocante che le rimanda la luce ogni volta diversa dei Fori, la protagonista compie i riti della quotidianità: passeggia per le strade, mangia yogurt, formaggio bianco e noci, beve champagne o tè, ma soprattutto esplora con la furia dell’insoddisfazione i territori del sesso. Un uomo non le basta, ma anche con gli altri è lo stesso.

 

 

© Riproduzione Riservata