Il tweet della Rowling

J.K. Rowling fa i complimenti a Serena Riglietti, l’illustratrice italiana di Harry Potter

"Ho sempre amato quella copertina perché è così strana". Così in un tweet J.K. Rowling si complimenta con Serena Riglietti, chiedendole il perché della scelta stilistica
J.K. Rowling fa i complimenti a Serena Riglietti, l'illustratrice italiana di Harry Potter

 J.K. Rowling in un tweet pubblico fa i complimenti all’illustratrice Serena Riglietti. L’artista è famosa in Italia per aver tradotto in immagini i volti e gli ambienti della versione italiana di Harry Potter, pubblicata da Salani.

 

La “dichiarazione d’amore” per la copertina

Sul suo profilo Twitter, J.K. Rowling ha pubblicato la copertina originale del primo libro della saga, “Harry Potter e la pietra filosofale“, ed ha così scritto: “Ho sempre amato quella copertina perché è così strana. Perché il cappello da topo? Perché il topo gigante con una bandana? Non ho mai incontrato chi si è occupato dell’illustrazione, quindi non ho ancora risposte“.

La scelta stilistica di Serena Riglietti

Il tweet arriva in risposta ad una foto condivisa da un fan intervenuto per analizzare le stranezze delle copertine dei libri Harry Potter in tutti i paesi del mondo. Il tweet è anche un invito indiretto della Rowling a Serena Riglietti di spiegare il perché di quella particolare scelta stilistica per la copertina della versione italiana del suo libro. Già in passato abbiamo avuto modo di intervistare Serena Riglietti per farci raccontare come sia diventata l’illustratrice ufficiale di Harry Potter. “L’illustrazione è importante quando trovi delle persone che in quei disegni trovano risposta alle loro immagini mentali che non sono in grado di elaborare da soli, e tu riesci a tradurle visivamente.” Affermava Serena Riglietti in quell’intervista.

La spiegazione al quesito della Rowling è semplice: il disegno è stato fatto senza aver avuto modo di leggere il libro, situazione che aveva portato inizialmente a un protagonista senza cicatrice e occhiali. La presenza del cappello è semplicemente legata alla passione di Serena Riglietti per i cappelli buffi.

 

 

© Riproduzione Riservata
Commenti