Libri al cinema

I 5 libri che ogni lettore vorrebbe vedere al cinema

Vi abbiamo chiesto le storie di quali libri vorreste vedere al cinema. Da "L'ombra del vento" di Zafòn a "Atti osceni in luogo privato" di Missiroli
I 5 libri che ogni lettore vorrebbe vedere al cinema

MILANO – Di recente vi abbiamo parlato dei libri che in questo 2016 vedremo sul grande schermo. Non tutti amano vedere la storia del proprio libro preferito al cinema, questo perché è molto alta la percentuale di film che non riescono a rendere merito al libro da cui sono tratti  e per questo motivo vi abbiamo elencato anche i film, tratti da grandi libri, che hanno deluso i fan. Detto ciò, abbiamo chiesto alla nostra community di lettori quali storie vorrebbero vedere sul grande schermoVediamo di seguito i titoli più citati.

Splendore” di Margaret Mazzantini

Avremo mai il coraggio di essere noi stessi? si chiedono i protagonisti di questo romanzo. Due ragazzi, due uomini, due incredibili destini. Uno eclettico e inquieto, l’altro sofferto e carnale. Una identità frammentata da ricomporre, come le tessere di un mosaico lanciato nel vuoto. Un legame assoluto che s’impone, violento e creativo, insieme al sollevarsi della propria natura. Un filo d’acciaio teso sul precipizio di una intera esistenza. I due protagonisti si allontanano, crescono geograficamente distanti, stabiliscono nuovi legami, ma il bisogno dell’altro resiste in quel primitivo abbandono che li riporta a se stessi. Nel luogo dove hanno imparato l’amore. Un luogo fragile e virile, tragico come il rifiuto, ambizioso come il desiderio.

Atti osceni in luogo privato” di Marco Missiroli

Conosciamo Libero Marsell fin dalla sua infanzia, quando coglie sua madre in flagrante adulterio. Prosegue poi nella prima adolescenza, quando comincia a conoscere il suo corpo di ragazzo ancora imberbe e impreparato alla grande sfilza di vita che lo aspetta. Fino a che, prima di diventare un vero adulto, il suo rapporto con l’universo femminile cambia. Non è più il ragazzo da parete o l’amico innocuo da portare al cinema. Le donne diventano un grande punto fermo della vita dell’italo-francese, con un lavoro che non gli calza a pennello e una vita che gli sta stretta.

Insomnia” di Stephen King

“Insomnia, uno dei pochi libri di Stephen King che non sono ancora stati trasposti sullo schermo, racconta la storia di Ralph Roberts, un uomo distrutto, che da mesi non riesce a dormire. Ciò che lo sconvolge di più sono le inquietanti percezioni, colori, forme, aure cangianti attorno alle persone, che accompagnano il suo stato di veglia. E non è tutto, l’intera comunità di cui fa parte sembra assalita da una marea montante di odio e di violenza. Ralph non lo sa ancora, ma forze terrificanti si stanno agitando nel sottosuolo.

L’ombra del vento” di Carlos Ruiz Zafòn

Una mattina del 1945 il proprietario di un modesto negozio di libri usati conduce il figlio undicenne, Daniel, nel cuore della città vecchia di Barcellona al Cimitero dei Libri Dimenticati, un luogo in cui migliaia di libri di cui il tempo ha cancellato il ricordo vengono sottratti all’oblio. Qui Daniel entra in possesso del libro “maledetto” che cambierà il corso della sua vita, introducendolo in un labirinto di intrighi legati alla figura del suo autore e da tempo sepolti nell’anima oscura della città.

Il cardellino” di Donna Tartt

Theo Decker ha tredici anni quando scampa all’attentato terroristico che in un attimo sconvolge per sempre la sua vita. Rimasto solo, viene accolto dalla ricca famiglia di un suo compagno di scuola, ma. come è facile immaginare – nella nuova casa di Park Avenue non si sente a suo agio. La mancanza della madre lo tormenta. Gli unici momenti in cui sta bene sono quando osserva un piccolo quadro dal fascino singolare. Da quei frangenti, il suo futuro diventa un continuo susseguirsi di salotti chic, amori e criminalità. Theo è preda di una pulsione autodistruttiva che controllare pare impossibile.

© Riproduzione Riservata