Sei qui: Home » Libri » I 10 libri più venduti della settimana, Joël Dicker rimane primo
Classifiche libri

I 10 libri più venduti della settimana, Joël Dicker rimane primo

Da Dicker a Satoshi Yagisawa, ecco i 10 libri più venduti della settimana che va dal 20 al 26 giugno

Vi proponiamo la classifica dei 10 libri più venduti nella settimana che va dal 20 al 26 giugno. La classifica, elaborata dal Servizio Statistiche di Arianna, studia i dati delle oltre 1650 librerie aderenti al circuito Arianna, e vede ancora in testa alla classifica Joël Dicker con il nuovo libro uscito lo scorso maggio, “Il caso Alaska Sanders”. Scopriamo insieme le altre nove posizioni.  

I 10 libri più venduti della settimana

1. “Il caso Alaska Sanders” di Joël Dicker

In vetta alla classifica dei libri più venduti della settimana c’è ancora “Il caso Alaska Sanders”. L’autore del best seller “La verità sul caso Harry Quebert” è tornato nelle librerie italiane a partire da metà maggio con il sequel del suo capolavoro. Il libro è incentrato su un delitto avvenuto nel New Hampshire nel 1999. Il corpo di una giovane donna viene ritrovato senza vita in riva ad un lago. Marcus Goldman, che nel frattempo ha ottenuto il successo con il caso Quebert, si troverà ad indagare sul caso per cercare di risolverlo, ma si imbatterà nei fantasmi del suo passato.

2. “Fabbricante di lacrime”, di Erin Doom

Erin Doom è sempre presente nelle classifiche dei 10 libri più venduti della settimana con il suo “Fabbricante di lacrime”, da mesi fra i libri più letti in Italia. Questa settimana, il libro guadagna addirittura qualche posizione rispetto alle nuove uscite.

Tra le mura del Grave, l’orfanotrofio in cui Nica è cresciuta, si raccontano da sempre storie e leggende a lume di candela. La più famosa è quella del fabbricante di lacrime, un misterioso artigiano dagli occhi chiari come il vetro, colpevole di aver forgiato tutte le paure e le angosce che abitano il cuore degli uomini. Ma a diciassette anni per Nica è giunto il momento di lasciarsi alle spalle le favole tetre dell’infanzia. Il suo sogno più grande, infatti, sta per avverarsi. I coniugi Milligan hanno avviatole pratiche per l’adozione e sono pronti a donarle la famiglia che ha sempre desiderato.

3. “It ends with us. Siamo noi a dire basta”, di Colleen Hoover

Infine, sull’ultimo gradino del podio di questa classifica dedicata ai 10 libri più venduti della settimana, troviamo “It ends with us. Siamo noi a dire basta”, la storia di Lily Bloom e della sua vita ingarbugliata. È una sera come tante nella città di Boston e su un tetto, dodici piani sopra la strada, Lily Bloom sta fissando il cielo limpido e sconfinato.

Per lei quella non è una sera come tante. Poche ore prima, ha partecipato al funerale del padre, un uomo che non ha mai rispettato, che le ha strappato l’infanzia e Atlas, il suo primo amore. Mentre cerca di dimenticare quella giornata tremenda, viene distratta dall’arrivo di Ryle Kincaid, un affascinante neurochirurgo totalmente concentrato sulla carriera e sull’evitare qualunque relazione.

4. “Kaiju No. 8 (Vol. 3)” di Naoya Matsumoto

Al quarto posto fra i 10 libri più venduti c’è un avvincente manga di Naoya Matsumoto. 

In Giappone il tasso di comparsa di kaiju è tra i più alti al mondo, tanto che enormi creature portatrici di distruzione lo invadono quasi quotidianamente. Kafka Hibino, che ora lavora per un’impresa specializzata nello smaltimento delle carcasse dei kaiju, un tempo aspirava a diventare un soldato delle Forze di Difesa, le unità speciali incaricate di sopprimere i mostri e difendere il Paese.

Un giorno, però, un misterioso organismo si introduce nel corpo di Kafka, trasformandolo in quello che le Forze di Difesa battezzeranno col nome in codice di “Kaiju No.8″… Per salvare Ichikawa e Furuhashi, Kafka si trasforma in kaiju e si prepara ad affrontare l’inquietante mostro umanoide che aveva attaccato i suoi compagni.

Lo scontro viene però interrotto dalle Forze di Difesa e il kaiju umanoide ne approfitta per fuggire. Kafka, a quel punto, vorrebbe fare lo stesso, ma… proprio in quel momento, viene raggiunto dal vicecomandante Hoshina, fortemente determinato a eliminarlo.

5. “Non tutto è perduto. Un’avventura del commissario Bordelli” di Marco Vichi

I gialli dominano la classifica dei libri più venduti. Al quinto posto, infatti, troviamo “Non tutto è perduto. Un’avventura del commissario Bordelli”, da poco andato in pensione ed in preda alla malinconia.

Nonostante la presenza sempre più stretta della bella Eleonora e le immancabili cene della Confraternita, il giovane sessantenne fa lunghe passeggiate in collina, ripensa al passato, e a poco a poco si fa strada nella sua mente l’idea di risolvere l’unico caso della sua carriera rimasto insoluto: un ragazzo, figlio di un industriale fascista, ucciso nel 1947 con diverse coltellate… forse una vendetta?

Era la sua prima indagine, e all’epoca non era riuscito a venirne a capo, anche perché molto presto era arrivato l’ordine di lasciar perdere, non era il clima giusto per rovistare nelle tragedie della guerra, l’Italia aveva bisogno di pace e di serenità. Ma adesso, dopo ventitré anni, può provare a risolverlo, anche se non ufficialmente. Nel frattempo cerca di dare una mano a Piras, diventato vice commissario, e finisce per ritrovarsi alle prese con due crimini odiosi che reclamano giustizia, una giustizia che forse andrà cercata al di fuori delle regole…

6. “Let the game begin. Kiss me like you love me. Ediz. italiana (Vol. 1)” di Kira Shell

Al sesto posto della classifica dei 10 libri più venduti troviamo invece una new entry. Si tratta del primo volume di “Let the game begin”, la serie che vede protagonista la giovane Selene.

Appena giunta a New York per tentare di ricucire il rapporto con suo padre, Selene si ritrova a vivere in una villa da capogiro con lui, la sua nuova compagna e i tre figli di lei. Il maggiore è Neil, un ragazzo affascinante, enigmatico e perennemente in lotta contro un passato oscuro che non gli dà tregua. Come una falena attratta dalla luce, Selene si sente calamitata verso Neil e i mostri che gli gravitano attorno, rendendolo tormentato e ostile all’amore.

In un crescendo di eros e passione, la ragazza si dimostra perciò disposta a tutto per cercare di sondare il caos che sembra permeargli la pelle, e tenta in ogni modo di scalfire la prigione di vetro in cui lui si è rinchiuso per proteggersi dal mondo. Ma Neil non è disposto a farsi comprendere da nessuno, nemmeno da Selene.

Per quanto ne sia attratto, non vuole legarsi a lei in un modo che non sia semplicemente fisico. Soprattutto quando nella sua vita appare Player 2511, uno squilibrato in cerca di vendetta che ha preso di mira lui e la sua famiglia. Con i suoi enigmi, le sue minacce e i suoi attacchi, lo spietato sconosciuto trascina Neil in un gioco perverso e pericoloso, che tenta di vincere senza esclusione di colpi. In balia di Player 2511, riuscirà Neil a non perdere tutto, inclusa Selene?

7. “Come vento cucito alla terra”, di Ilaria Tuti

Romanzo storico che si piazza in settima posizione fra i 10 libri più venduti della settimana, “Come vento cucito alla terra” è un romanzo che ripercorre la storia delle prime donne chirurgo, pioniere a cui era preclusa la pratica in sala operatoria, che decisero di aprire in Francia un ospedale di guerra completamente gestito da loro.

Ma è anche la storia dei soldati feriti e rimasti invalidi, che varcarono la soglia di quel mondo femminile convinti di non avere speranza e invece vi trovarono un’occasione di riabilitazione e riscatto. Ci sono vicende incredibili, rimaste nascoste nelle pieghe del tempo. Sono soprattutto storie di donne. Ilaria Tuti riporta alla luce la straordinaria ed epica impresa di due di loro, Flora e Louisa.

8. “Il metro del dolore” di Marco Onnembo

New entry anche per l’ottavo posto in classifica fra i 10 libri più venduti della settimana, “Il metro del dolore”. Fuma il sigaro. Beve whiskey. In confessionale, perdona (e comprende) quasi ogni cosa. Prima di tutto, come uomo. Non condanna l’omosessualità. Frequenta i pub e ai cattolici preferisce i protestanti. Don Carmine Pastore è un prete “strano”, “moderno”, “politicamente scorretto”. Anzi, non lo è più. E lo dice subito: ha perso la sua fede chissà dove.

Eppure, è il sacerdote, l’uomo che tutti vorremmo incontrare almeno una volta nella vita. I più giovani per porsi domande. I più grandi per trovare risposte. Il dubbio è il suo orizzonte e il manifesto di un’inquietudine che abbraccia l’uomo di ogni tempo. Immigrato da bambino negli Stati Uniti con la famiglia, ci racconta la sua vita e perché, dopo un finale agghiacciante, ha deciso di lasciare il sacerdozio. Ma, quando tutto sembra perduto, la speranza ritorna, donando luce a uno spaccato di dannazione e un bisogno di redenzione che riguarda tutti gli uomini alla ricerca di Dio o di loro stessi.

9. “La Carrozza della Santa”, di Cristina Cassar Scalia

In libreria dallo scorso 31 maggio, “La Carrozza della Santa” è l’ultimo volume della serie dedicata a Vanina Guarrasi, ed è già un grande successo. Eccolo, infatti, al nono posto della classifica dei 10 libri più venduti della settimana. Il libro è ambientato in un momento particolare della vita catanese, durante i festeggiamenti della Santa Patrona della città, Sant’Agata. È il 6 febbraio, il giorno dopo la grande festa e la processione, quando un uomo viene ritrovato in una pozza di sangue nell’androne del Municipio, dentro una delle Carrozze del Senato.

L’opinione pubblica è sconvolta e il sindaco in persona sollecita l’intervento della Guarrasi. La vicenda si presenta subito ingarbugliata, un intrico di piste che conducono sempre alla vita privata e familiare del morto, Vasco Nocera. Vanina, però, fatica a dedicare all’indagine l’attenzione che meriterebbe, perché a Palermo sta accadendo qualcosa che esige la sua presenza; è un richiamo che non può ignorare.

10. “I miei giorni alla libreria Morisaki” di Satoshi Yagisawa

In ultimo, il decimo titolo in classifica fra i libri più venduti della settimana è “I miei giorni alla libreria Morisaki”, la nuova uscita edita da Feltrinelli. 

Jinbōchō, Tokyo. Il quartiere delle librerie e delle case editrici, paradiso dei lettori. Un angolo tranquillo e fuori dal tempo, a pochi passi dalla metropolitana e dai grandi palazzi moderni. File e file di vetrine stipate all’inverosimile di libri, nuovi o di seconda mano. Non tutti lo conoscono, più attratti da Ginza o dalle mille luci di Shibuya. Di sicuro Tatako – venticinquenne dalla vita piuttosto incolore – non lo frequenta assiduamente.

Eppure è qui che si trova la libreria Morisaki, che appartiene alla sua famiglia da tre generazioni. Un negozio di appena otto tatami in un vecchio edificio di legno, con una stanza al piano superiore adibita a magazzino. È il regno di Satoru, l’eccentrico zio di Tatako. Entusiasta e un po’ squinternato, dedica la sua vita ai libri e alla Morisaki, soprattutto da quando la moglie lo ha lasciato. L’opposto di Tatako, che non esce di casa da quando l’uomo di cui era innamorata le ha detto di voler sposare un’altra. 

© Riproduzione Riservata