Sei qui: Home » Libri » “Dante in Duomo”, a Milano va in scena la Divina Commedia
commemorazione Dante

“Dante in Duomo”, a Milano va in scena la Divina Commedia

“Dante in Duomo” è l'iniziativa in programma dal 7 aprile al 15 luglio 2021 nella Cattedrale milanese. Presso il Duomo “100 Canti in 100 Giorni” per la lettura integrale della Divina Commedia

Cento canti in cento giorni in omaggio del Sommo Poeta. Per celebrare Dante Alighieri a settecento anni dalla morte, dal 7 aprile al 15 luglio nel Duomo di Milano risuoneranno i versi della Divina Commedia. La lettura dei cento canti che la compongono in cento giorni avverrà grazie alla collaborazione dei musicisti della Scala e degli allievi del Piccolo teatro. L’iniziativa è resa possibile grazie al main sponsor Intesa SanPaolo e a Retelit.

Dante in Duomo

L’idea di questa lettura integrale è stato l’arciprete della cattedrale, monsignor Gianantonio Borgonovo, con la collaborazione della Veneranda Fabbrica e della Biblioteca Ambrosiana, che conta su un ricco materiale dantesco. “Già i nostri padri della Veneranda Fabbrica, nel 1418, organizzarono una Lectura Dantis per raccogliere fondi destinati alla costruzione della nascente Cattedrale”. Ha affermato l’arciprete.

Come accedere

La direzione artistica di ‘Dante in Duomo. 100 canti in 100 giorni’ è di Massimiliano Finazzer Flory. L’ingresso all’iniziativa sarà libero, con obbligo di prenotazione, seguendo le indicazioni delle normative Covid-19. Maggiori informazioni circa le modalità di partecipazione saranno fornite nell’approssimarsi dell’evento, anche in considerazione dei protocolli vigenti.

La Divina Commedia

La “Commedia” di Dante, definita poi “Divina” da Boccaccio, è una delle opere letterarie più note e amate al mondo. D’altra parte, come una volta ha detto Roberto Benigni, “quando si parla della Divina Commedia o di Dante, bisogna non tanto capire, perché è semplice anche se non è sempre facile. Come è semplice l’universo, la musica di Bach: semplice ma non facilissima. È tutto vero; siamo lì, è come una rosa”.

© Riproduzione Riservata