Sei qui: Home » Libri » Autori » “Cuore di tenebra” il capolavoro di Joseph Conrad
Il libro

“Cuore di tenebra” il capolavoro di Joseph Conrad

Joseph Conrad pubblicò “Cuore di tenebra” nel 1899 e racconta storia del viaggio per risalire il fiume Congo nel Libero Stato del Congo

Vogliamo proporvi  il romanzoCuore di tenebra” per celebrare l’anniversario dello scrittore polacco naturalizzato britannico Joseph Conrad, nato con il nome di Józef Teodor Konrad Korzeniowski a Berdyčiv il 3 dicembre del 1857 e morto a Bishopsbourne il 3 agosto del 1924. , che racconta la storia di un grande viaggio.

“Cuore di tenebra”

Il romanzo “Cuore di tenebra” racconta la storia della spedizione del marinaio Charles Marlow nel cuore dell’Africa nera il cui scopo è di rintracciare in ogni modo possibile un uomo misterioso che si chiama Kurtz per riportarlo in Europa. A commissionare la ricerca è Compagnia Commerciale belga, coinvolta nel traffico dell’avorio, i cui vertici sono persone losche. Giunto alla sede africana della Compagnia, dopo varie peripezie riesce a raggiungere la base di Kurtz e scopre che è luogo di misfatti atroci. Gli occupanti del battello si scontrano con la primordiale ostilità degli indigeni, i quali hanno divinizzato Kurtz, soggiogati dal suo aspetto.

Il male umano

In “Cuore di tenebra” vengono affrontati temi cari allo scrittore come quello dell’avventura in mare e l’eterno conflitto con la natura e quello relativo alla lotta tra bene e male. Il male però è il tema centrale di questo romanzo breve rappresentato dal colonialismo europeo del XIX secolo. Un male, come si pensava all’epoca, a fin di bene, per arricchire i paesi civilizzati del Vecchio Continente. Per arrivare a questo arricchimento bisogna lasciare il mondo noto per arrivare all’ignoto e alla natura selvaggia. Un mondo che, per i potenti e per la maggior parte della popolazione, non ha il diritto ad essere considerato civile.

 

Joseph Conrad

Joseph Conrad, pseudonimo di Teodor Jòzef Konrad Korzeniowski, dopo la morte del padre venne affidato alla tutela di uno zio. Il giovane Conrad compie gli studi secondari a Cracovia e a soli diciassette anni, spinto da un’irresistibile vocazione per la vita di mare, parte per Marsiglia, dove s’imbarca come semplice marinaio. Dopo lunga esperienza serve nella marina mercantile francese e, dal 1878, in quella britannica, dove raggiunge il grado di capitano di lungo corso. Nel 1886 diventa cittadino inglese. Per vent’anni viaggia per quasi tutti i mari, ma soprattutto nell’arcipelago malese. Conrad diviene un maestro della letteratura scrivendo in una lingua non sua, appresa quando era già un uomo fatto. Il suo tema fondamentale è la solitudine dell’individuo.

© Riproduzione Riservata