Sei qui: Home » Intrattenimento » Cinema » Notte degli Oscar 2022, trionfa “Coda”. Tutti i vincitori
oscar 2022

Notte degli Oscar 2022, trionfa “Coda”. Tutti i vincitori

"I segni del cuore. Coda" trionfa alla Notte degli Oscar 2022. Nessun vincitore italiano. Omaggio all'Ucraina e scontro tra l'attore Will Smith e Chris Rock

“I segni del cuore. Coda” è il film trionfatore della Notte degli Oscar 2022: miglior film, miglior sceneggiatura originale, miglior attore non protagonista. Film arrivato come outsider, dal Sundance, la pellicola narra storia di una famiglia di pescatori sordomuti del Massachusetts. Il miglior attore è Will Smith che vince il suo primo Oscar per “King Richard. Una famiglia vincente”, poco prima protagonista di uno scontro con Chris Rock, a cui ha sferrato un pugno per una battuta greve sulla moglie Jade. Tra le donne vince Jessica Chastain (Gli occhi di Tammy Faye), alla sua prima statuetta dopo tre nomination.

L’omaggio all’Ucraina

Durante la cerimonia degli Oscar 2022 l’Academy non può ignorare il dramma in corso in Ucraina. Nessun collegamento con il presidente ucraino Zelensky, ma la cerimonia si è fermata per un minuto di silenzio, seguito alla presenza sul palco dell’attrice di origine ucraine Mila Kunis che ha detto: “nelle ultime settimane, il mondo è rimasto scioccato da un’invasione non provocata e da un atto di aggressione”.

Notte degli Oscar, nessun vincitore italiano

L’Italia è fuori dalla notte degli Osca3 2022. Nessuno dei tre italiani candidati si è aggiudicato l’iconica statuetta, a cominciare da Paolo Sorrentino. Niente da fare nemmeno per Massimo Cantini Parrini, candidato per i costumi di ‘Cyrano’ (la statuetta l’ha vinta Jenny Beavan per Crudelia), né per Enrico Casarosa candidato per il miglior film d’animazione con ‘Luca’ (premio vinto dal favorito Encanto).

Oscar 2022, tutti i premiati

Tutti i premi della 94/a edizione degli Oscar annunciati durante la cerimonia al Dolby Theatre di Hollywood:

Miglior Film: Coda – I segni del cuore di Sian Heder

Migliore regia: Jane Campion per Il potere del cane

Migliore attrice protagonista: Jessica Chastain per Gli occhi di Tammy Faye

Migliore attore protagonista: Will Smith per King Richard – Una famiglia vincente

Migliore attrice non protagonista: Ariana DeBose per West side story

Migliore attore non protagonista: Troy Kotsur per Coda – i segni del cuore

Migliore sceneggiatura originale: Belfast di Kenneth Branagh

Migliore sceneggiatura adattata: Coda – I segni del cuore di Sian Heder

Migliore fotografia: Dune (Greig Fraser)

Miglior trucco e acconciatura: Gli occhi di Tammy Faye (Linda Dowds, Stephanie Ingram e Justin Raleigh)

Miglior film internazionale: Drive My Car di Ryusuke Hamaguchi

Miglior film d’animazione: Encanto di Byron Howard e Jared Bush

Miglior documentario: Summer of Soul…or When the Revolution Could Not Be

Televised di Ahmir “Questlove” Thompson

Migliori effetti speciali: Dune (Paul Lambert, Tristan Myles, Brian Connor e Gerd Nefzer)

Miglior suono: Dune (Mac Ruth, Mark Mangini, Theo Green, Doug Hemphill e Ron Bartlett)

Miglior montaggio: Dune (Joe Walker)

Migliore colonna sonora: Dune (Hans Zimmer)

Migliore canzone originale: No time to die (Billie Eilish e Finneas O’Connell)

Migliori costumi: Crudelia (JJenny Beavan)

Migliore scenografia (production design): Dune (Patrice Vermette; Set Decoration: Zsuzsanna Sipos)

Miglior corto documentario: The Queen of Basketball di Ben Proudfoot

Miglior corto animato: The windshield wiper di Alberto Mielgo e Leo Sanchez

Miglior corto live action: The long goodbye di Aneil Karia e Riz Ahmed

 

© Riproduzione Riservata