Sei qui: Home » Intrattenimento » Grignani e Irama, a Sanremo un gesto di amicizia oltre le apparenze
l'episodio

Grignani e Irama, a Sanremo un gesto di amicizia oltre le apparenze

Ospitiamo di seguito il commento di Carlo Picca, scrittore e libraio colpito dal gesto di Irama che ieri sera a Sanremo si è messo da parte per sostenere l'amico Gianluca Grignani.

Nella quarta serata del Festival di Sanremo Irama e Grignani hanno duettato nella serata cover con “La mia storia tra le dita”, brano che nel 1994 il cantante presentò al pubblico di Sanremo Giovani. “Avrò il piacere e l’onore di condividere il palco con una rockstar vera, che ha vissuto di contrasti – aveva detto Irama di Grignani alla vigilia dell’esibizione – Per me lui, nel bene e nel male, è un grandissimo artista”.

Grignani a Sanremo

Il ritorno di Grignani sulle scene era molto atteso, anche per la storia molto controversa del cantante che da tempo non si vedeva sulle scene. Tale esibizione non ha lasciato indifferenti in molti. A questo link potete vedere l’esibizione dei due cantanti a Sanremo.

Ospitiamo di seguito il commento di Carlo Picca, scrittore e libraio colpito dal gesto di Irama che ieri sera si è messo da parte per sostenere un amico.” Un gesto di grande amicizia e se mi permettete poetico al contempo. In un contesto dove conta vincere Irama si è donato al suo amico”.

Il gesto di Irama per un amico

Guardando la puntata di ieri di Sanremo ho apprezzato vari momenti, il duetto esplosivo di Jovanotti e Morandi, la presenza di Capossela e Pagani che suonano De André, le performance solare della Rettore e di Piaga nel dito e quello della Rappresentante di Lista, ma una in particolare mi ha colpito. Una performance mi ha emozionato molto più di ogni altra. Quella di Irama, che ieri si è messo da parte per sostenere un amico, gli va davvero riconosciuto. Un gesto di grande amicizia e se mi permettete poetico al contempo. In un contest dove conta vincere si è donato al suo amico per sostenerlo e dargli calore e affetto.

È facile applaudire chi vive il suo momento di gloria, più difficile aiutare chi si mette in gioco in un momento tosto per ritrovare una strada.

Lunga vita a Grignani, non deve essere stato facile fare quello che ha fatto ieri ma lo ha fatto con dignità. Se fossi in difficoltà vorrei un amico come Irama, che si gioca il suo Sanremo semplicemente per amicizia. Pensando che vale più sostenere una persona che sta cercando di superare un periodo difficile della sua vita che la competizione. Bravo Irama, hai dato ancora più valore al tuo bellissimo pezzo. Hai dimostrato di essere una persona vera, un grande artista ma soprattutto un grande amico.

Carlo Picca

 

 

© Riproduzione Riservata