Sei qui: Home » Intrattenimento » Friends, 5 curiosità da sapere sulla sitcom più amata
Friends

Friends, 5 curiosità da sapere sulla sitcom più amata

Stasera, 27 maggio, andrà in onda l'attesissima Reunion di "Friends", la sitcom più amata di sempre. Scopriamo alcune curiosità su questa serie tv

Il 22 settembre 1994 Friends fece il suo debutto sulla NBC e cambiò per sempre il volto delle sitcom americane. Oltre a trasformare le sue sei star – Jennifer Aniston, Courteney Cox, Lisa Kudrow, Matt LeBlanc, Matthew Perry  e David Schwimmer – in nomi conosciuti (e alla fine in alcuni degli attori più pagati nella storia della televisione), la serie ha anche aiutato a far decollare Mental Floss (ne parleremo più avanti, oggi è una delle riviste digitali più lette). In attesa della Reunion di questa sera, in onda su Sky e Now, scopriamo 5 curiosità sulla sitcom più vista e amata di sempre!

1. “Friends” non doveva chiamarsi così

Nei primi anni ’90, i co-creatori di Friends David Crane e Marta Kauffman scrissero un pitch di sette pagine per una nuova sitcom intitolata Insomnia Café. Oltre al titolo diverso, la trama stessa era abbastanza diversa da quella che è diventata nota. Per esempio, Ross e Rachel non erano la relazione chiave della sitcom, bensì Joey e Monica.

Dopo che la NBC comprò la puntata pilota, il titolo divenne Friends Like Us. Il presidente della NBC, Warren Littlefield, se ne uscì poi con un altro titolo: Across the Hall. Una volta iniziate le prime riprese, il titolo cambiò di nuovo in Six of One. Quando lo show debuttò il 22 settembre 1994, approdarono finalmente al nome definitivo “Friends”.

2. I produttori volevano che Courteney Cox interpretasse Rachel, ma la Cox ha resistito.

Prima che lo show debuttasse, Courteney Cox era probabilmente il membro del cast più famoso. Era conosciuta per molti spot pubblicitari e per il video musicale di Bruce Springsteen “Dancing in the Dark”. I produttori di Friends le chiesero originariamente di interpretare Rachel, ma lei chiese il ruolo di Monica perché le piaceva il personaggio “forte” della sitcom.

 

3. Il cast ha fatto un viaggio a Las Vegas insieme prima della messa in onda dello show.

Il regista James Burrows, che ha diretto una manciata di episodi dello show tra il 1995 e il 1997, ha portato i sei membri del cast a Las Vegas perché “aveva un presentimento positivo sullo show”. Mentre erano al Caesar’s Palace, incoraggiò il gruppo a divertirsi. “Questa è la vostra ultima occasione di anonimato”, disse loro Burrows. “Una volta che lo show andrà in onda, non potrete più andare da nessuna parte senza essere perseguitati”.
L’unione degli attori, la possiamo ritrovare anche nella scelta di guadagnare nello stesso modo (100.000 dollari ad episodio), per garantire a tutti uno stipendio equo. 

4. Ci sono dei caffè “Central Perk” basati sulla famosa caffetteria dello show

Mentre non c’è un vero Central Perk a New York City, il caffè immaginario ha ispirato alcuni caffè reali. Nel 2010, il fan di Friends Du Xin ha aperto una riproduzione del Central Perk, proprio al centro di Pechino, che è diventato estremamente popolare. Il suo successo ha fatto sì che Du Xin potesse poi permettersi di riprodurre l’appartamento di Joey nella porta accanto. Nel 2012, un altro Central Perk è stato aperto a Liverpool. 

5. Friends è stato girato di fronte ad un pubblico dal vivo, tranne che per i cliffhanger

Girare un episodio di Friends era un processo lungo, in genere durava cinque ore, con più riprese per scena e 20 minuti tra le scene per cambiare set. Eppure, lo show è stato girato di fronte ad un pubblico dal vivo composto da 300 fan. Ed è così che il cast preferiva. “E’ una specie di test per vedere se il materiale funziona, se le battute funzionano, se la storia funziona”, hanno sempre affermato gli attori. 

Ma quindi, cosa non è stato girato davanti ad un pubblico dal vivo? Un esempio è il cliffhanger nel finale della quarta stagione, “The One With Ross’s Wedding”. Alla fine dell’episodio, Ross sta per sposare Emily, ma dice accidentalmente il nome di Rachel all’altare. Le parole di Jennifer Aniston: “Non potevamo avere un pubblico per quello. Rimuoviamo sempre il pubblico per i cliffhanger perché, per ovvi motivi, non vuoi rovinare tutto”.

(Un cliffhanger, come leggiamo su Wikipedia è: un espediente narrativo usato in letteratura, nel cinema, nelle serie televisive o nelle opere videoludiche, in cui la narrazione si conclude con una interruzione brusca in corrispondenza di un colpo di scena o di un altro momento culminante caratterizzato da una forte suspense. )

 

 

 

Stella Grillo

© Riproduzione Riservata