Sei qui: Home » Intrattenimento » Angela Lansbury, la carriera sfavillante della “signora in giallo”
Angela Lansbury

Angela Lansbury, la carriera sfavillante della “signora in giallo”

Angela Lansbury ci ha lasciati ieri all'età di 96 anni. Ripercorriamo insieme la carriera di un'attrice che è rimasta nel cuore degli spettatori grazie a personaggi come quello di Jessica Fletcher de "La signora in giallo" e scopriamo qualche curiosità sul suo conto.

Ci ha lasciati l’11 ottobre, all’età di 96 anni, Angela Lansbury, l’attrice che resterà per sempre nota come “La signora in giallo”. A dare l’annuncio è stata la famiglia della donna, che ha rilasciato un comunicato alla stampa: 

“I figli di Angela Lansbury sono tristi nell’annunciare che la loro madre è morta nel sonno nella sua casa a Los Angeles, a soli cinque giorni dal suo 97esimo compleanno”.

Angela Lansbury, di origini anglo irlandesi naturalizzata statunitense, ha cominciato a lavorare come attrice da giovanissima, già all’età di 17 anni. Ripercorriamo la sua carriera e scopriamo qualche curiosità su di lei.

La carriera di Angela Lasbury 

Angela Lansbury debutta come attrice all’età di 17 anni. Da questo momento in poi, la carriera della giovane anglo-irlandese decolla. A soli 19 anni ottiene una candidatura agli Oscar, la prima di una lunga serie, ed inizia a collaborare con la MGM. Con la magistrale interpretazione ne “Il ritratto di Dorian Gray”, nel 1945, ottiene un’altra candidatura agli Oscar e vince il primo dei 6 Golden Globe che riceverà nel corso degli anni di attività.

Nei primi 10 anni di carriera, Angela Lansbury partecipa a ben 14 film. Fra i lavori più conosciuti e apprezzati, ricordiamo l’indimenticabile “Pomi d’ottone e manici di scopa”, “Assassinio sul Nilo” e “Il mistero della signora scomparsa”. 

Ma è nel 1980 che l’attrice compie il passo fondamentale per la sua carriera: recitando in “Assassinio allo specchio” nei panni di Miss Marple, Angela Lansbury si fa notare nel ruolo di improvvisata investigatrice chiamata a risolvere strani casi di omicidi. Di qui a poco, nasce il personaggio che le dà la fama mondiale, quello di Jessica Fletcher, nota come “La signora in giallo“, che fa il suo esordio nel 1984.  

Prima della scomparsa, Lansbury ha fatto molte altre apparizioni sul grande e sul piccolo schermo, fra cui ricordiamo quelle in “Tata Matilda” e, molto più recente, ne “Il ritorno di Mary Poppins”.

Qualche curiosità su Angela Lansbury

Angela Lansbury è nata nel 1925 da una famiglia anglo irlandese. Il padre era una personalità politica nota nei dintorni di Londra, membro del Partito Comunista. La madre, invece, era un’attrice. La “Signora in giallo” è quindi figlia d’arte. Nonostante abbia vissuto un’adolescenza difficile segnata dalla sofferenza e dalle fatiche per via della Seconda Guerra Mondiale e della perdita del padre, la giovane Angela ha sempre avuto ben chiaro quale fosse il suo sogno nel cassetto. 

Infatti, Nel bel mezzo dei bombardamenti di Londra del 1942, sia lei che la madre si dedicarono ai lavori più disparati per riuscire a sopravvivere ma soprattutto a pagare la retta presso la Feagin School of Drama and Radio. In questo periodo, Lansbury lavorò anche come commessa in un grande magazzino. 

Un’altra curiosità molto interessante su Angela Lansbury è quella relativa alle candidature e ai premi ottenuti, che hanno scandito esattamente l’inizio e la fine della sua sfavillante carriera. Infatti, la prima candidatura all’Oscar arriva con una delle prime pellicole girate dalla giovane attrice: “Angoscia”, mentre la fine della carriera è contraddistinta da premi quali l’Oscar onorario nel 2013 e premi alla carriera dalla Screen Actors Guild (1997) e dalla British Academy of Film and Television Arts (2003).

Premiata anche dalla Corona Britannica, Lansbury è stata nominata Dame Commander dell’Ordine dell’Impero Britannico nel 2014 dalla Regina Elisabetta in persona.

© Riproduzione Riservata