frase del giorno

“Le cose invisibili sono le uniche realtà” di Edgar Allan Poe

Il 7 ottobre ricorre l’anniversario di morte di Edgar Allan Poe. Ricordiamo il maestro del racconto horror con la sua celebre frase, valida ancora oggi
"Le cose invisibili sono le uniche realtà" di Edgar Allan Poe

Il 7 ottobre ricorre l’anniversario di morte di Edgar Allan Poe, autore amato e soprattutto conosciuto per aver portato al successo il romanzo gotico, la letteratura dell’orrore e i thriller psicologici. Oggi ricordiamo il maestro del racconto horror, Edgar Allan Poe, con la sua frase:

“Le cose invisibili sono le uniche realtà”

Maestro del giallo psicologico

Edgar Allan Poe è tra i massimi esponenti della letteratura americana. Ricordati in particolare modo per la sua inquieta fantasia, grazie a lui sono nati e si sono sviluppati tipologie di stili narrativi quali: il racconto poliziesco, la letteratura horror e il giallo psicologico.

Nato a Boston, nel Massachusetts, e morto a Baltimora nel 1849, studiò fin da subito poesia, che lo portò, a dodici anni, a pubblicare la prima raccolta, di ispirazione byroniana.
Nei suoi scritti, inclini all’analisi psicologica dei personaggi, troviamo elementi che possono definirsi “decandenti”, perché vicini al modello di quel periodo e di quella corrente artistica.

Saper guardare oltre la realtà

Saper guardare oltre la realtà, data la vicinanza al decadentismo, è sempre stata una caratteristica di Edgar Allan Poe. Un vero e proprio maestro del romanzo gotico, ci fatto addentrare in atmosfere suggestive e misteriose. Proprio questo mistero, costante della visione dello scrittore, è la cosa principale che ognuno di noi deve cercare di “mostrare”. Come se il nostro compito fosse quello di ricavare, dalla realtà circostante, una verità nascosta.

L’essenza pura della vita si nasconde tra le trame complesse di simboli presenti nella realtà. La visione espressa nella frase “Le cose invisibili sono le uniche realtà” di Edgar Allan Poe è proprio questo. Cercare nelle cose più banali, semplici, definite invisibili, la nostra dimensione e la nostra verità, è la cosa più grande che si possa “insegnare ” dal ‘800 ad oggi.

 

Stella Grillo

© Riproduzione Riservata
Commenti