Classifiche

I 10 libri che non tutti i lettori finiscono di leggere

I 10 libri che non tutti i lettori finiscono di leggere

Non sempre un lettore finisce di leggere un libro: i motivi sono i più svariati. Scopriamo insieme 10 tra le opere che non tutti i lettori riescono a leggere fino alla fine…

MILANO – Anche il lettore più appassioanto del mondo ha i suoi scheletri nell’armadio. Tra questi, il fatto di non aver concluso la lettura di un libro. C’è chi non ha problemi ad ammettere tali mancanze all’interno del proprio pedegree di booklover, non risparmiando anche critiche al rispettivo autore o all’opera in questione, come i lettori di Libreriamo, ai quali abbiamo chiesto quali fossero i libri che nono sono riusciti a finire. Le risposte sono state numerose ed originali, con alcuni colpi di scena degni di riflessione. Ecco i 10 libri più citati all’interno di questa particolare classifica.

 

Che tu sia per me il coltello di David Grossman

I libri di David Grossman non sono sempre delle letture facili, bisogna sapere a chi e cosa ci si approccia prima di iniziarlo. non ci sono dubbi che i suoi libri siano dei veri e propri capolavori, nessuno lo mette in dubbio. C’è chi confessa di essersi innamorato del libro leggendo soltanto la trama, salvo poi desistere nella lettura a causa del modo con cui è scritto. Secondo altri, invece, si tratta di un libro giusto da leggere solo se si è nel mood giusto, mentre per alcuni è semplicemente “un libro empatico, emozionale, profondo e sì, molto pesante. È impossibile leggerlo tutto d’un fiato”.

 

Il nome della rosa di Umberto Eco

Il romanzo scritto da Umberto Eco, edito per la prima volta da Bompiani nel 1980, è uno dei libri italiani più conosciuti ed apprezzati all’estero. nonostante ciò, alcuni lettori ci hanno confessato che, seppur hanno provato ad iniziare la lettura diverse volte, l’hanno interrotta arrivati manco a metà libro. “Saranno le descrizioni infinite, il modo in cui sono scritte, i periodi troppo lunghi, ma non credo che lo finirò mai” confessa un utente, mentre un altro consiglia i lettori più pigri di agire così: dividere il libro in due parti, tra romanzo e dissertazioni, e procedere ad una lettura separata.

 

L’insostenibile leggerezza dell’essere di Milan Kundera

Il romanzo di Milan Kundera scritto nel 1982 risulta essere uno dei libri che non tutti riescono a leggere con estrema facilità, tanto da interromperla. Certi lettori hanno fatto notare come a volte dipenda dal fatto che alcuni libri, come “L’insostenibile leggerezza dell’essere”,  non siano adatti a certi momenti della nostra vita. alcuni, nonostante l’abbiano letto, non ne hanno invece apprezzato il contenuto. “Non è né romanzo né saggio, mi é parso solo un virtuosismo letterario di autocompiacimento dell’autore” ha affermato un utente.

 

LEGGI ANCHE: I 19 libri che tutti hanno intenzione di leggere ma che nessuno mai comincia

 

Cent’anni di solitudine di Gabriel García Márquez

Si tratta di una pietra miliare, un romanzo che portò un soffio nuovo nella letteratura mondiale, aprendo l’Europa alla narrativa sudamericana. Presto svelato il perchè molti utenti decidono di interrompere la lettura di questo libro: fino a metà si tratta soprattutto di un bel mattone, “sacrificio” ricompensato poi dalal lettura della seconda parte del libro, fino al gran finale. Il segreto per leggerlo fino alla sua conclusione? Secondo un utente sta nell’ “essere decisa a farlo e non leggere 3 pagine alla settimana”.

 

L’eleganza del ricciodi Muriel Barbery

Il un romanzo del 2006 scritto da Muriel Barbery è stata una delle sorprese editoriali di quell’anno in Francia. Nonostante ciò, non tutti sembrano essere riusciti ad apprezzare l’opera di Barbey. Per terminarne la lettura, in molti consigliano di “superare la parte, dopo di che il libro diventa molto più accattivante”.

 

Ulysses” di James Joyce

Siamo di fronte adViene considerato uno dei romanzi più importanti della letteratura del XX secolo, una delle pietre miliari nella genesi del romanzo moderno. Proprio a causa della variazione dello stile narrativo, non tutti riescono a portare a termine questa lettura. Molti, addirittura, dicono di averlo letto per far bella figura, mentendo spudoratamente. Ironicamente, un utente ha immaginato che l’autore avesse previsto tutto ciò, inserendo apposta  nella trama così tanti enigmi e puzzle che avrebbero tenuto gli studiosi impegnati per secoli a discutere su quello che voleva dire.

 

LEGGI ANCHE: La top ten dei libri che molti fingono di aver letto

 

La versione di Barneydi Mordecai Richler

Il romanzo dello scrittore canadese Mordecai Richler, pubblicato nel 1997, è il racconto della vita dell’ebreo canadese Barney Panofsky, scritta in forma di autobiografia. Il libro ha avuto grande successo internazionale, tanto da avere la sua trasposizione cinematografica nel 2010. Nonostante si sia trattato di un vero e proprio caso letterario, in molti hanno ammesso di non essere riusciti a finire la lettura del libro, preferendo probabilmente la “scorciatoia” del film.

 

Sulla strada (on the road)di Jack Kerouac

Il celebre romanzo autobiografico dello scrittore statunitense Jack Kerouac, basato su una serie di viaggi in automobile attraverso gli Stati Uniti, ha appassionato dall’anno delal sua pubblicazione, 1951, intere generazioni di lettori. non tutti, però, sembrano essere arrivati “a destinazione” fino all’ultima pagina.

 

Il signore degli anellidi J.R.R. Tolkien

Una pietra miliare della letteratura di tutti i tempi. Dalla fantasia di tolkine è nato questo vero e proprio kolossar letterario, trasposto anch’esso al cinema. Come ogni capolavoro che si rispetti, anche questa trilogia fantasy ha diviso i booklover. “Una noia mortale già dalle prime pagine” tuonano addirittura alcuni.

 

Castelli di rabbiadi Alessandro Baricco

Pubblicato nel 1991, il libro è una collezione di storie umane ai confini della realtà e della fantasia. Un tipo di narrazione che, probabilmente, sembra aver scoraggiato alcuni lettori dal proseguire fino all’ultima pagina nella lettura di questa opera.

I 10 libri che non tutti i lettori finiscono di leggere ultima modifica: 2017-07-05T12:32:20+00:00 da Salvatore Galeone

© Riproduzione Riservata
Tags