Sei qui: Home » Storie » Perché Will Smith ha fatto bene a scusarsi con Chris Rock
le scuse

Perché Will Smith ha fatto bene a scusarsi con Chris Rock

Ha fatto il giro del mondo lo schiaffo di Will Smith a Chris Rock durante la Notte degli Oscar 2022. Oggi sono arrivate le scuse ufficiali su Instagram nei confronti di Chris Rock. Il commento dello scrittore e libraio Carlo Picca.

Will Smith si scusa con Chris Rock: “Ho sbagliato, sono mortificato”. “Le mie azioni non rappresentano l’uomo che voglio essere”. Così ha scritto in un post l’attore neo-premio Oscar e ha fatto bene. E quindi alla fine, saggiamente, a mente lucida sono arrivate le scuse di Will Smith a Chris Rock per l’attacco sul palco del Dolby Theatre durante la consegna degli Oscar di domenica 27 marzo.

Attacco verbale e violenza fisica

Perché Will Smith ha risposto con la violenza fisica ad un attacco verbale? Questa la domanda che mi sono fatto quando ho visto il video che ha fatto tanto discutere. Non c’è ombra di dubbio che sia stata una pessima battuta, come non c’è ombra di dubbio che si poteva salire sul palco e difendere il proprio Amore, ma con uno sberleffo, una parola che annientasse quella stupidità, perché quello che non torna e che è stato a mio avviso oltre misura, è stato passare “alle mani” e non utilizzare mezzi non violenti per annientare il vuoto di quelle offese velate da ingiustificabile ironia.

"L'amore fa fare cose folli", il discorso di Will Smith agli Oscar 2022

“L’amore fa fare cose folli”, il discorso di Will Smith agli Oscar 2022

Nel bene e nel male, l’attore Will Smith è stato uno dei principali protagonisti alla Notte degli Oscar 2022. Dall’incidente con Chris Rock al ritiro del premio come miglior attore, rileggiamo il discorso che ha tenuto sul palco.

Offese inaccettabili voglio essere chiaro che hanno colto Will Smith secondo me in un momento di stanchezza e di rabbia. Perché che bisogno c’era di fronte a una platea così vasta di dare un esempio così? Perché un uomo con il senno dovrebbe far sentire la sua voce con le parole adeguate, perché sono le risposte verbali, quelle al momento giusto che definiscono meglio il cuore di una persona. Così egli poteva mettere a tacere la piccolezza delle offese ricevute e fatto riflettere tutti sul senso o meno di quella battuttaccia.

Gesto inaccettabile

Per questo non possiamo accettare il gesto di Will Smith e per questo ha fatto bene a scusarsi, perché non è amore romanticizzare la violenza ed il possesso. Perché è sbagliato dire che per Amore si usa violenza. Queste forme di difesa così rozze e primitive non vanno bene, avallano comportamenti molto sbagliati e sanguinari. Noi abbiamo in dote la possibilità di essere uomini migliori, e tanto più quando il mondo intero ti guarda è ancora più importante elevarsi a comportamenti che ci facciano sentire che possiamo essere altro e diversi dalla brutalità.

Le scuse di Will Smith su Instagram

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Un post condiviso da Will Smith (@willsmith)

 

“La violenza in ogni sua forma è velenosa e distruttiva”, ha scritto l’attore neo-premio Oscar per “Una famiglia vincente – King Richard” in un post Instagram. “Il mio comportamento agli Oscar la sera scorsa è inaccettabile e ingiustificabile. Le battute a mie spese sono parte del mio lavoro, ma una battuta sulla malattia di Jada per me è stato troppo, e ho reagito emotivamente”.

“Voglio pubblicamente scusarmi con te, Chris”, prosegue il post. “Sono stato fuori luogo, ho sbagliato. Sono mortificato, le mie azioni non rappresentano l’uomo che voglio essere. Non c’è posto per la violenza in un mondo d’amore e gentilezza”.

“Voglio anche scusarmi con l’Academy, i produttori dello show, tutti gli invitati e chiunque stesse guardando da qualsiasi parte del mondo”, prosegue Will Smith. “Voglio scusarmi con la famiglia Williams e la “famiglia” del film King Richard. Mi dispiace moltissimo che il mio comportamento abbia lasciato una macchia in quello che altrimenti sarebbe stato un bellissimo traguardo per tutti noi. Sto lavorando su me stesso”.

Potrebbe interessarti anche:
“Spencer”, il ritratto della Principessa Diana al cinema
“Spencer”, il ritratto della Principessa Diana al cinema

“Spencer” è il nuovo film di Pablo Larraín e racconta della Principessa Diana e della sua personalità ribelle, emarginata ai lati della famiglia reale.

Ariana DeBose, chi è la prima donna afro-latina e queer a vincere un Oscar
Ariana DeBose, chi è la prima donna afro-latina e queer a vincere un Oscar

L'attrice Ariana DeBose fa la storia degli Oscar e diventa la prima donna Afro-Latina e Queer a vincere una statuetta come migliore attrice non protagonista

“L’amore fa fare cose folli”, il discorso di Will Smith agli Oscar 2022
"L'amore fa fare cose folli", il discorso di Will Smith agli Oscar 2022

Nel bene e nel male, l'attore Will Smith è stato uno dei principali protagonisti alla Notte degli Oscar 2022. Dall'incidente con Chris Rock al ritiro del premio come miglior attore, rileggiamo il discorso che ha tenuto sul palco.

Oscar 2022, nomination per “E’ stata la mano di Dio” di Sorrentino
Oscar 2022, nomination per "E' stata la mano di Dio" di Sorrentino

“È stata la mano di Dio” è rientrato nella cinquina per il miglior film straniero. In lizza anche altri artisti italiani. Scopriamo tutte le nomination.

Nomadland, 5 curiosità sul film trionfatore agli Oscar 2021
Nomadland, 5 curiosità sul film trionfatore agli Oscar 2021

"Nomadland" di Chloé Zhao è stato il film protagonista alla Notte degli Oscar 2021. Tratto da un libro su una storia vera, scopriamo alcune curiosità.

Oscar 2021, i film tratti da libri in lizza per la statuetta
Oscar 2021, i film tratti da libri in lizza per la statuetta

In vista della notte degli Oscar che si terrà questa domenica, vi segnaliamo quali dei film in gara sono tratti da libri.

© Riproduzione Riservata