Sei qui: Home » Storie » Margaret McCollum e Oswald Laurence, l’amore eterno che vive in “Mind the gap”
La storia d'amore

Margaret McCollum e Oswald Laurence, l’amore eterno che vive in “Mind the gap”

Margaret McCollum è una dottoressa inglese che ogni giorno, dopo la morte del marito, si è recata in stazione per ascoltare la sua voce

La storia d’amore che vogliamo raccontarvi sembra uscita da un romanzo, ma in realtà quella che vede protagonista Margaret McCollum non ha niente di inventato. È una storia, questa, che racconta un amore eterno, un dolore disarmante e un gesto di incredibile gentilezza. Oggi vogliamo parlarvi di Margaret McCollum e Oswald Laurence, storica voce dell’intramontabile “Mind the gap”.

La loro storia fu per la prima volta raccontata dalla BBC nel 2013.

La nascita di un amore

È il 1992 e Margaret McCollum, una giovane dottoressa, va in vacanza in Marocco. Qui conosce Oswald Laurence, un giovane diplomato presso la Royal Academy of Dramatic Art, che aveva lasciato la recitazione iniziano a lavorare come guida turistica. Fu amore a prima vista, lei rimase incantata da quella voce così poetica da essere quasi familiare. I due si innamorarono profondamente e più tardi si sposarono. Oswald, attore, venne selezionato per dare voce al famoso annuncio “Mind the gap”, ripetuto infinite volte al giorno nella metropolitana della capitale, nella stazione di Embankment. Vissero tutta la loro vita a Londra, nella zona nord della città, fino alla morte di lui nel 2007.

Il dolore della perdita

Dopo la morte del marito, Margaret, che amava prendere la metro a Embankment e ascoltare la sua voce anche quando lui era in vita, iniziò a recarsi tutti i giorni alla stessa fermata per poter riascoltare la voce di Oswald. Quella voce così amata e ormai parte di sé. Quella voce che non avrebbe più sentito durante il giorno e che non l’avrebbe più accompagnata nel lungo cammino della vita. Per cinque anni la routine è la stessa, Margaret si siede sulla panchina, aspetta l’arrivo del treno e assapora quel suono bellissimo e agrodolce che si ripete con ogni convoglio: “Mind the gap”.

"Perché diciamo così", il libro sul significato e origine dei modi di dire

“Perché diciamo così”, il libro sull’origine e sul significato dei modi di dire

Scopri perché utilizzi le frasi fatte, grazie al libro di Saro Trovato, fondatore di Libreriamo, in cui 300 modi di dire non avranno segreti

 

Un regalo per Margaret McCollum

Tutto cambia però il primo novembre del 2012 quando, una mattina come le altre, all’arrivo del treno la voce che esce dagli altoparlanti non è quella di Oswald, lui non c’è più. Questa novità scaraventa la donna nella disperazione, l’unica cosa che rendeva ancora concreto il ricordo del marito era sparita. Margaret scrive una lettera ai gestori della metropolitana per chiedere una copia della vecchia registrazione del marito in modo da poterla ascoltare a casa. Il direttore della Transport of London venuto a conoscenza della storia regala la registrazione alla donna e fa in modo di ripristinare l’annuncio nella stazione di Embankment. Anche oggi, se passate per questa fermata, potete ascoltare la voce di Oswald Laurence ripetere “Mind the gap”.

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata