Sei qui: Home » Storie » Marcel Proust e Reynaldo Hahn, storia d’amore e di amicizia
La storia d'amore

Marcel Proust e Reynaldo Hahn, storia d’amore e di amicizia

Tra lo scrittore francese Marcel Proust e il prodigio musicale di origine venezuelana Reynaldo Hahn nacque una profonda relazione

Ricorre oggi l’anniversario dell’autore francese Marcel Proust, nato a Auteuil, un sobborgo di Parigi, il 10 luglio 1871 e morto sempre a Parigi il 18 novembre del 1922. Per l’occasione abbiamo pensato di raccontarvi la storia d’amore e di amicizia tra Proust e il prodigio musicale Reynaldo Hahn. La loro relazione è raccontata nel libro “Il vento attraversa le nostre anime” di Lorenza Foschini.

Il primo incontro

Reynaldo Hahn era nato a Caracas ma, dato il suo talento musicale, arrivò in Francia per studiare al conservatorio e seguire i corsi di Massenet a Parigi. Quando Marcel Proust e Reynaldo si incontrarono per la prima volta era un giorno di maggio del 1894 durante uno dei martedì di Madame Lemarie dove il giovane musicista cantava le sue composizioni su “LesChansons grises” di Verlaine. Successivamente si ritrovarono ad agosto dello stesso anno, sempre presso una residenza di Madame Lemarie dove trascorsero insieme quattro lunghe settimane. Quel tempo fu utile per conoscersi e dare inizio ad un rapporto molto intenso. Hahn, infatti, scrivendo ad un amico riferirà di aver conosciuto “un affascinante letterato che mi ha preso in grande considerazione”.

La nascita di un amore

L’enorme complicità nata subito tra i due artisti diventò presto passione giovanile e poi amore. La loro relazione però fu minata dalla società e dalla loro origine. Entrambi geni artistici di origine ebrea e omosessuali erano condannati dal perbenismo borghese e dalle convenzioni sociali dell’epoca. Marcel Proust e Reynaldo Hahn trovarono il loro nido d’amore esclusivamente presso i salotti di Madame Madelaine Lemaire. La coppia aveva un suo codice linguistico molto intimo, fatto di carteggi e disegni pregni di erotismo e arte. La loro relazione amorosa però iniziò ad incrinarsi con la sopraffazione in Proust della gelosia, tema fondamentale anche per la sua Recherche. La rottura definitiva si avrà nel 1896.

pier-paolo-pasolini-maria-callas-1201-568

Pier Paolo Pasolini e Maria Callas, un’amicizia forte come l’amore

L’amicizia tra Pier Paolo Pasolini e Maria Callas nacque sul set di Medea, accendendosi come una fiamma che brucerà per tutta la vita

 

Un’amicizia eterna e la morte di Marcel Proust

Il 1896 segnò però solo la fine della relazione intima tra i due artisti. Il loro rapporto, nato con un’intensità incredibile da una forte ammirazione reciproca, continuò a sopravvivere. La scrittura e la composizione, l’arte insomma, fu il fuoco che mantenne viva la loro amicizia. Marcel e Reynaldo continuarono a vivere la Parigi dell’epoca tra teatri, caffè e salotti, si ritrovarono anche a Venezia. Reynaldo rimase vicino a Proust fino alla fine. Fu infatti l’unico ad essere ricevuto dallo scrittore durante gli ultimi giorni di vita.

Alice Turiani

 

© Riproduzione Riservata