Sei qui: Home » Storie » Lucio Fontana e Teresita Rasini, arte e amore
La storia d'amore

Lucio Fontana e Teresita Rasini, arte e amore

Teresita Rasini fu il grande amore di Lucio Fontana: i due si sposarono solo nel 1952. Lei lo aiutò nel suo lavoro e lo aspettò per anni

Lucio Fontana fu uno dei più grandi artisti del Novecento e fondatore dello Spazialismo, nato il 19 febbraio del 1899 a Rosario in Argentina da famiglia italiana e morto a Comabbio il 7 settembre del 1968. Lucio conosce Teresita a Milano all’inizio degli anni Trenta, i due resteranno insieme fino alla prematura scomparsa dell’artista.

Il primo incontro

Teresita è una giovane ragazza di Lodi che lavora a Milano, precisamente in Via Ausonio, all’angolo di Via De Amicis, presso una delle più importanti boutique di cappelli. Un giorno si accorge che nello studio di fronte, proprio in via De Amicis, lavora un giovane scultore che la osserva da lontano. L’interesse è reciproco e tra i due nasce subito una forte intesa. Teresita, però, non ha modo di conoscerlo, appena finito di lavorare deve scappare a prendere il treno in Porta Romana. Una sera, trascinati dalla passione e dalla curiosità, decidono di andarsene insieme in giro per la città. Sarà proprio lei a raccontare che quella sera perse l’ultimo treno per Lodi e da lì nacque il loro amore.

 

L’attesa

Teresita e Lucio iniziarono così una lunga relazione, vivevano una vita semplice dedita al lavoro, alla passione e alla loro piccola famiglia in cui l’amore era sempre più presente. Fontana si trasferì poi ad Albisola per cimentarsi con la scultura e la ceramica intorno al 1936 e, una volta tornato a Milano, durante la Seconda Guerra Mondiale decise di tronare in Argentina dove rimase dal 1940 al 1947. Sette lunghi anni in cui Teresita resta sola, ma non demorde. Aspetta il ritorno del suo compagno che intanto sta avendo grande successo oltre oceano. Lucio Fontana, infatti, nel 1941 vince Il Premio alla Cultura. L’artista torna in Italia e con lui avvenne la grande svolta artistica del Movimento Spazialista.

Il matrimonio

Lucio e Teresita si sposano, in maniera poco convenzionale, solo nel 1952, precisamente il 9 febbraio. Il loro amore ha resistito alla lontananza e alla guerra. Lei è sempre stata, e sempre sarà, un grandissimo supporto per l’arte del marito che vede successi sempre più importanti. Fontana apre un atelier in Corso Monforte ed è qui che inizia a tagliare e bucare le tele. Teresita ha una boutique tutta sua e in questo periodo, forse per la grande notorietà, si allontana dal lavoro del marito.

La morte di Lucio Fontana

Nel 1968 Fontana lascia Milano per trasferirsi nella casa paterna che ha fatto restaurare. Lavora continuamente a progetti e opere sempre più importanti fino alla sua morte avvenuta il 7 settembre dello stesso anno a causa di una crisi cardiaca nella clinica Santa Maria dell’Ospedale di Circolo, a Varese. Nel 1982 Teresita costituì la Fondazione Lucio Fontana proprio in corso Monforte dove lui aveva il suo studio.

Alice Turiani

© Riproduzione Riservata