Sei qui: Home » Storie » Jacopo e Teresa, l’amore raccontato da Ugo Foscolo
La storia d'amore

Jacopo e Teresa, l’amore raccontato da Ugo Foscolo

Jacopo e Teresa vivono un breve ma intenso amore in cui il protagonista si perde con un totale trasporto

Vogliamo raccontarvi la storia d’amore tra Jacopo e Teresa all’interno del romanzo epistolare “Le ultime lettere di Jacopo Ortis”, in occasione dell’anniversario di Ugo Foscolo, nato a Zante il 6 febbraio del 1778 e morto a Londra il 10 settembre del 1827. Un innamoramento intenso, soprattutto da parte del protagonista, che ne vede il coronamento nel primo bacio con la ragazza che purtroppo è promessa sposa ad un altro uomo.

Il primo incontro

Jacopo e Teresa si incontrano durante il soggiorno di lui, esule, sui Colli Euganei. Quando Jacopo la vede per la prima volta ne resta subito folgorato. Teresa è intenta a disegnare e appare subito come una divinità. Emana grazia e bellezza tanto che Jacopo, nella lettera a Lorenzo in cui racconta l’incontro, la chiama subito divina fanciulla. Teresa viene descritta non in modo dettagliato per presentarla all’amico, ma con i tratti stereotipati tipici dell’idillio preromantico che rimanda alla donna dello Stilnovo, una donna portatrice di una sacralità sovrumana e, quindi, fin da subito idealizzata. C’è solo un problema che intralcerà questo amore fulminante, Teresa è promessa sposa a Odoardo, un ricco e colto ragazzo.

 

La frequentazione

Jacopo inizia a frequentare la casa di Teresa, dove si intrattiene spesso insegna alla sorella minore di Teresa a leggere e scrivere. Qui Jacopo raggiunge il massimo della sua serenità, la relazione, seppur non ufficiale con la fanciulla è sempre più viva, tanto che un giorno, durante una gita ad Arquà per visitare la tomba di Petrarca, Teresa confessa al giovane di non amare Odoardo, ma che dovrà per forza sposarlo per non andare contro il volere del padre. Dopo un breve periodo di permanenza a Padova, Jacopo torna da Teresa proprio mentre Odoardo deve andare via.

Il bacio

È in questo frangente che si corona l’amore idealizzato di Jacopo, il rapporto tra i due giovani si fa sempre più intenso e intimo finché non arrivano, un giorno, a baciarsi. Questo bacio turba profondamente entrambi. Lei si sente particolarmente esposta di fronte al padre, Jacopo invece viene colto da quella che potremmo definire malattia d’amore, in preda a questa costernazione si sente costretto a lasciare i Colli Euganei.

La fine di Jacopo

Jacopo Ortis inizia a girare l’Italia, a vagabondare di città in città. Quando poi gli giunge la notizia del matrimonio tra Teresa e Odoardo, Jacopo cade nella disperazione più profonda. Trona sui Colli Euganei e l’unica cosa a cui riesce a pensare è togliersi la vita, scrive una lettera all’amico Lorenzo e all’amata per poi mettere fine alle sua sofferenza.

© Riproduzione Riservata