Sei qui: Home » Storie » Domenica delle Palme, significato e simboli della giornata
Domenica delle Palme

Domenica delle Palme, significato e simboli della giornata

La Domenica delle Palme, che segna l'inizio della Settimana Santa, celebra l’ingresso di Gesù come un re a Gerusalemme. Ecco i simboli e il significato

Oggi è la Domenica delle Palme. Conosciuta come la Domenica della Passione del Signore, la  giornata segna l’inizio della Settimana Santa ma non la fine della Quaresima, che termina nella giornata del Giovedì Santo. Grazie a vaticannews scopriamo insieme simbologia e significati di questa giornata.

La Domenica delle Palme

Come si legge nel Vangelo di Giovanni, la giornata celebra l’arrivo di Gesù a Gerusalemme. “Il giorno seguente, la gran folla che era venuta per la festa, udito che Gesù veniva a Gerusalemme, prese dei rami di palme e uscì incontro a lui gridando: ‘Osanna! Benedetto colui che viene nel nome del Signore, il re d’Israele!’. Gesù, trovato un asinello, vi montò sopra, come sta scritto: ‘Non temere, figlia di Sion! Ecco, il tuo re viene, seduto sopra un puledro d’asina’”.

Gesù e l’asino

La Domenica delle Palme ricorda Gesù che entra nella città santa di Gerusalemme seduto su un asino, accolto da una folla festante che agitava rami di ulivo. A quei tempi, gli animali degni di essere cavalcati da un re erano i cavalli, tanto da essere esentati dalle corse e dal lavoro nei campi. Gesù, invece, entra a Gerusalemme sul dorso di un’asina. Questo perché come racconta il profeta Zaccaria,  Gesù è un re diverso. Egli non arriva con armi o insegne di potere, ma sceglie di essere trasportato dall’animale più umile e servizievole. L’asino, inoltre, può rappresentare anche l’elemento istintivo e terreno dell’uomo, che Gesù, il Signore, conduce verso la salvezza. 

Il significato delle palme

Altro elemento simbolico della Domenica della Passione del Signore è rappresentato dalle palme. Essa ha un forte elemento simbolico in quanto la palma rappresenta la pianta che si rinnova ogni anno con una foglia, ma riporta anche all’immagine messianica di creazione un ponte tra il monte e la città, tra Dio e l’uomo. Fino al IV secolo, a Gerusalemme una tradizione locale indicava fisicamente la palma da cui erano stati staccati i rami con cui i fanciulli avevano inneggiato a Gesù. In Occidente, dove le palme non crescono , la palma è stata sostituita dall’ulivo, simbolo di pace e di Gesù stesso.

La data della Domenica delle Palme

Proprio come la Pasqua, anche la data della Domenica delle Palme cambia ogni anno. Per noi che seguiamo il calendario gregoriano, la Domenica delle Palme si tiene tra il 22 marzo e il 25 aprile. 

Potrebbe interessarti anche:
Pasquetta, perché si chiama “Lunedì dell’angelo”
Pasquetta, perché si chiama anche "Lunedì dell'angelo"

Il lunedì di Pasqua è stato introdotto dallo Stato italiano come festività civile nel Dopoguerra ed è festivo in diversi Paesi. Ecco perché si chiama anche "Lunedì dell'angelo"

Dall’uovo di Pasqua, la poesia che celebra la pace
Dall’uovo di Pasqua, la poesia che celebra la pace

“Dall’uovo di Pasqua” è una poesia sulla Pasqua che celebra il valore della pace e della serenità di questa festa.

Le dieci opere d’arte più belle dedicate alla Pasqua
Le dieci opere d'arte più belle dedicate alla Pasqua

Con la figura di Cristo e con il sacro mistero rappresentato dalla sua esistenza si sono confrontati tutti i più grandi interpreti dell'arte occidentale. In occasione della Pasqua, dunque, non potevamo mancare di ripercorrere le opere che hanno raccontato il momento più alto di questo mistero: la Resurrezione. Le dieci Leggi articolo

Pasqua, le poesie più celebri dedicate alla festività
poesie-pasqua

Da Gianni Rodari a Giovanni Pascoli fino a Bertolt Brecht e Madre Teresa di Calcutta. Ecco le poesie più celebri dedicate alla Pasqua

Pasqua, le frasi e gli aforismi d’autore da dedicare per fare gli auguri
frasi-pasqua

La Pasqua è uno dei momenti dell'anno più attesi, una ricorrenza da celebrare con amici e parenti. Ecco frasi e aforismi per fare gli auguri

“Buona Pasqua”, la poesia di Albert Camus sul valore della vicinanza
"Buona Pasqua", la poesia di Albert Camus sul valore della vicinanza

"Buona Pasqua" è una poesia di Albert Camus, filosofo e saggista Francese, che pone l'attenzione sul valore della vicinanza reciproca.

© Riproduzione Riservata