Come scrivere una lettera, i consigli di Lewis Carrol

MILANO – In un saggio intitolato “Eight or nine wise words about letter-writingil celebre Lewis Carrol, divenuto famoso per “Alice nel Paese delle Meraviglie“, ha delineato una serie di consigli su come scrivere una lettera nel miglior modo possibile. Un tesoro per noi e per voi che con “Caro, Ti Scrivo“, vogliamo salvare la “vecchia” lettera dall’estinzione. Lewis Carrol spiega quindi nei dettagli tutti gli accorgimenti da seguire per coloro che vogliono scrivere lettera o intraprendere uno scambio epistolare. Ecco i consigli tratti da Spunti di Mezzanotte.

.

LEGGI ANCHE: COME SCRIVERE UNA LETTERA D’ADDIO, LE REGOLE DA SEGUIRE 

.

1)  “Affronta tutte i temi e le domande poste dal destinatario”

Il miglior modo per iniziare una lettera è riprendere il discorso e i temi affrontati dal tuo destinatario nella lettera precedente. Mentre scrivi una lettera tieni vicina a te quella che hai ricevuto per cogliere e trattarne tutti i punti in sospeso. Quando hai esaurito tutte le richieste del destinatario, puoi allora proseguire con la tua esposizione. Questo è il miglior modo per impostare una lettera piuttosto che fare il contrario, ovvero esporre la propria idea e lasciare le risposte al post scriptum. 

.

2) “Non continuare a ripetere le stesse cose”

Una volta che hai esposto le tue idee in modo chiaro e preciso, se non sei riuscito a convincere il tuo amico, lascia perdere quel determinato punto della tua argomentazione e passa al successivo. Ripetere le stesse cose non cambierà la sua idea. Anzi, il rischio è che chi legge non porti a conclusione la lettura della lettera.

.

3) “Scrivi in modo deciso e chiaro, attento all’emotività” 

Dopo che hai scritto una lettera, non spedirla subito a meno che sia strettamente necessario. Leggere una lettera tempo dopo che è stata scritta, aiuterà ad eliminarne le parti superflue e, magari, eludere alcune parti scritte di getto dettate dall’emozione del momento che, a ben vedere, no risultano poi funzionali all’obiettivo della lettera.  Pensa alla lettera come se fossi tu stesso a riceverla!

.

4) “Sii cortese” 

Nel caso che i toni della lettera che hai ricevuto siano molto forti, cerca di calmare il tuo interlocutore. Scegli sempre i toni pacati, anche perché esiste il rischio che la tua lettera venga abbandonata prima che finisca di essere letta.

.

5) “Cerca di non essere arrogante” 

Molte discussioni verrebbero meno se tutti non volessero avere l’ultima parola. Lascia che ogni questione viva all’interno della lettera, restando in “silenzio” se proprio non è necessario. “La parola è d’argento, ma il silenzio è d’oro”.

.

6) “Usa il giusto umorismo” 

Nella scrittura non è mai immediato rendere una battuta, a meno che non venga spiegata esplicitamente. Se vuoi scherzare sul tuo amico o su qualcosa che lo riguarda, devi essere sicuro di esagerare per fargli capire che si tratta di uno scherzo. Se non lo fai, si potrebbero verificare delle situazioni sgradevoli. Può capitare che si rompa anche un’amicizia.

.

7) “Non dimenticare di allegare ciò che hai promesso”

Se prometti all’interlocutore di allegare qualcosa alla lettera, come un’altra lettera, una foto o del denaro, ricordati di inserire ciò di cui hai parlato nella busta. Oltre a uno spiacevole inconveniente, perderesti di credibilità.

.

8) “Valuta se inserire o meno un post scriptum”

Il post scriptum può risultare molto utile. Non solo ti permette di inserire una postilla su qualcosa di cui ti sei dimenticato di parlare all’interno della lettera, ma è uno spazio in cui comunicare qualcosa di diverso con un altro tono e un altro stile.

.

LEGGI ANCHE: COME SCRIVERE UNA LETTERA D’AMORE

.

© Riproduzione Riservata
Commenti